Articolo taggato “comune iglesias”

Tre localita’ della Sardegna sono state ufficialmente riconosciute come destinazioni turistiche europee d’eccellenza dal concorso comunitario del progetto “Eden”. La nostra Isola e’ stata la principale protagonista a Roma in occasione dell’assegnazione dei premi di questo concorso giunto alla quinta edizione, incentrato per l’anno 2011 sul tema “Turismo e riconversione dei siti”. Volete sapere quali sono le tre bellissime località sarde che hanno vinto? Scopritelo subito…

LEGGETE L’ARTICOLO COMPLETO



300 x 250

Comments 1 Commento »

settimana santa iglesiasDurante la Settimana Santa, nella cittadina del Sulcis l’atmosfera, la cultura e l’influenza spagnola sono ancor più evidenti grazie a riti risalenti alla fine del Seicento. Gli appartenenti alle Arciconfraternite del Santo Monte, della Vergine e della Pietà indossano un abito bianco ornato di fiocchi neri. I confratelli, chiamati “Germani”, devono il loro nome ad un adattamento dello spagnolo “Hermanos” e sfilano in processione in rigoroso ordine di anzianità, con il cappuccio, sa visiera, che copre loro il viso.

L’insieme di manifestazioni ha inizio il Martedì con la processione dei Misteri: sette simulacri, simbolo della Passione del Cristo, vengono trasportati in processione per le vie cittadine. Una portantina addobbata di fiori e fronde di ulivo incede per le strade della città, simboleggiando l’orto del Getsèmani, luogo in cui Gesù si raccolse in preghiera poco prima di essere catturato. Seguono le statue raffiguranti Gesù Cristo imprigionato, flagellato, coronato di spine, in cammino verso il Calvario, crocefisso, e infine il simulacro della Madonna Addolorata.

Subito dopo il tramonto, il Giovedì, il simulacro della Madonna Addolorata viene trasportato in sette chiese dove viene allestito il Sepolcro. Il Venerdì sera si snoda poi la solenne processione che rievoca il funerale di Gesù Cristo: Cristo è raffigurato senza vita in un simulacro in legno del XVII secolo. Le donne ammesse alla partecipazione, appartenenti all’Associazione del Santissimo, indossano tuniche nere. Gli uomini, “Germani” della Confraternita del Santo Monte, sono abbigliati con una lunga tunica bianca e voluminosi cappucci. Nel corteo del funerale sono presenti anche is Baballotis, bambini e adulti vestiti con abiti bianchi. Due bambini vestiti con abiti di foggia orientale interpretano i personaggi evangelici di San Giovanni e la Maddalena, mentre Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo sono rappresentati da due varonis, che portano martello e tenaglie.

Il giorno di Pasqua si tiene la processione de S’Incontru: dalla Chiesa di San Francesco prende il via la processione con il Cristo Risorto mentre dalla Chiesa di San Giuseppe parte la processione con il simulacro della Madonna. Le due processioni si incontreranno nella centrale piazza Sella dove le due statue si inchineranno per tre volte l’una di fronte all’altra in segno di saluto tra la folla festante per la risurrezione di Cristo.

La Settimana Santa si conclude il martedì dopo la Pasqua con la piccola processione de S’Inserru durante la quale i simulacri con altri tre inchini si salutano e ognuno fa ritorno alla Chiesa di provenienza.

Programma delle celebrazioni

19 aprile 2011 ore 19
Martedì Santo: Processione dei Sette Misteri dalla Chiesa di San Michele

20 aprile 2011 ore 18.30
Mercoledì Santo: Santa messa nella Chiesa di San Michele

21 aprile 2011 ore 20
Giovedì Santo: Visita alle sette Chiese e Processione dell’Addolorata dalla Chiesa di San Michele

22 aprile 2011
Venerdì Santo
ore 9 Processione del Monte dalla Chiesa di San Michele
ore 20 Processione del Descenso dalla Chiesa di San Michele

24 aprile 2011 ore 9.30
Domenica di Pasqua: Processione de S’Incontru

26 aprile 2010 ore 18.30
Processione de S’Inserru dalla Chiesa Della Purissima

Il paese di Iglesias

Contatti
Comune di Iglesias piazza Municipio 1, Iglesias
tel. +39 0781 2741
info@comune.iglesias.ca.it
www.comune.iglesias.ca.it


Sardegna_corporate_300x250

Comments 305 Commenti »

http://www.sardegnablog.it/files/2011/03/00126-300x199.jpgPortovesme srl: scongiurata chiusura

E’ stata scongiurata la chiusura della Portovesme srl, l’azienda della Glencore che produce piombo e zinco i cui vertici avevano minacciato il blocco di 300 milioni di investimenti a causa del taglio degli incentivi statali sulle energie rinnovabili. La buona notizia per i dipendenti e’ arrivata oggi a Roma con l’accordo siglato presso il ministero dello Sviluppo economico. Con il nuovo accordo e’ prevista l’attribuzione di 23 megawatt di energia con l’interconnessione, la pubblicazione in tempi brevi dell’accordo di programma sulla Gazzetta ufficiale mentre il governo ha dato garanzie sul mantenimento degli incentivi verdi. (fonte www.sardegnablog.it)

Carbosulcis: rilancio delle miniere di carbone, la Sotacarbo presenta il progetto al ministero dello Sviluppo

È incominciato ufficialmente il percorso del progetto Sulcis per lo sfruttamento e il rilancio del carbone. La Sotacarbo ha consegnato al mistero dello Sviluppo economico le schede di fattibilità del progetto integrato centrale-miniera-carbone con le tecnologia a zero emissioni: le valutazioni tecniche ed economiche sono adesso in mano al Ministero che potrà inviarle alla Commissione Europea iniziando un confronto che si rivelerà fondamentale per il futuro della carbone Sulcis. In verità nei mesi scorsi c’erano stati già dei contatti tra il Governo italiano e Bruxelles sulla questione carbone, ma il discorso entrerà nel vivo nelle prossime settimane con l’analisi delle schede tecniche preparate dalla Sotacarbo sulla fattibilità economica del progetto. Continua così il percorso del Gruppo di lavoro istituito dal Ministero per occuparsi della preparazione del bando per l’assegnazione della concessione integrata. (fonte UNIONE SARDA)

Carloforte, a giugno nuova edizione del Girotonno

Si svolgera’ dal 2 al 5 giugno, a Carloforte, nell’Isola San Pietro, la nuova edizione del “Girotonno”, la nona quest’anno. Ritorna la “World Tuna Cuisine Competition”, la Sagra del Tonno Rosso. Per 4 giorni i famosi cuochi di Italia, Messico, India e Grecia si cimenteranno a preparare deliziosi piatti col Tonno Rosso, pescato nella tonnara di Carloforte, la più antica del Mediterraneo. Per quattro giorni le piazze e le strade di Carloforte si animano a festa, con giocolieri, bande musicali tradizionali e non. Cucina, feste, incontri, convegni, dibattiti, spettacoli, giochi e musica per celebrare Carloforte e il suo tonno conosciuto in tutto il mondo. Presto tutte le news sul programma del 2011 sul sito internet www.girotonno.org (fonte www.sardegnablog.it)

Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
www.plutosport.it


Vacanze da sogno! solo su TUI.it



Comments 212 Commenti »

ARTICOLO DI OGGI

Gonnesa: carbone Sulcis escluso dal bando europeo per le centrali pulite. Il carbone Sulcis rischia di essere escluso dai progetti dell’Unione europea per la realizzazione di centrali termoelettriche con la tecnologia del recupero e dello stoccaggio dell’anidride carbonica (l’energia con il carbone pulito). Il bando scade a mezzanotte di domani e la Carbosulcis non ha infatti presentato il suo progetto e rischia di non arrivare in tempo. A denunciarlo è il sindaco di Gonnesa nonché consigliere regionale del Pd Pietro Cocco che ha annunciato una interpellanza al presidente della Regione Ugo Cappellacci. “Questo bando era tanto atteso perché fondamentale per il futuro della Carbosulcis – ha dichiarato Cocco – ad oggi nulla è stato presentato e parrebbe che i vertici dell’azienda mineraria non abbiano alcuna intenzione di partecipare, sostenendo che occorrerebbe co-finanziare la proposta nella misura del 50 per cento (cinque dei dieci milioni di euro del costo complessivo) e non ci sarebbero le risorse. Sarebbe uno smacco terribile per il Sulcis”. (fonte UNIONE SARDA)

EVENTO DI OGGI

Mostra Fotografica UN TREKKING AVVELENATO - L’attività mineraria ha caratterizzato per millenni l’economia del Sulcis Iglesiente,ed ha prodotto,soprattutto negli ultimi 150 anni,un patrimonio culturale immenso. Purtroppo l’attività estrattiva ci ha lasciato in eredità tutti gli scarti di lavorazione dei minerali prodotti,sotto forma di discariche,cumuli,bacini fanghi di decantazione. Questi scarti sono l’eredita più pesante,in termini di danno ambientale,abbandonati per anni ora sono la causa principale della contaminazione del territorio in metalli pesanti,a carico di suolo,acqua ,flora e fauna. IGEA in questi anni ha lavorato per conoscere i tipi di inquinanti e la loro quantità presente nel territorio,inoltre ha ultimato il progetto di bonifica della valle del rio San Giorgio,con la costruzione di un bacino di concezione moderna che contenga tutti gli inquinanti presenti nel territorio! E’ in attesa delle varie autorizzazioni e se saranno positive, la valle del rio San Giorgio, sarà uno di quei luoghi resi alla comunità e non un luogo che produce inquinamento! La mostra è composta da 20 foto scattate seguendo la valle del Rio San Giorgio, da Campo Pisano a Funtanamare!!! LUOGO DELLA MOSTRA: Presso l’Electra Cafè (piazza Picchi, Iglesias)

* Tutti gli eventi di oggi nel Sulcis Iglesiente (discoteche, locali, serate etc…) potete trovarli sul nostro profilo Facebook (se già non lo siete chiedeteci l’amicizia).

METEO

Previsioni per domani: Nubi Sparse, temperature comprese tra 3.8°C e 11.1°C, freddo nella prima mattinata, freddo moderato nel pomeriggio, il vento sarà prevalentemente debole e mediamente proveniente da Sud con velocità oltre i 11 km/h.

FOTOGRAFIA DI OGGI

CALASETTA – Panorama

http://www.amacostruzioni.it/calasetta%20foto1%20maxi.JPG

Risparmia acquistando online! Clicca qui!

Comments 1 Commento »

http://blog.studenti.it/lavorosociologia/wp-content/uploads/2010/11/formazione.jpgLa Provincia ha completato la procedura di affidamento agli Enti di Formazione professionale dei corsi previsti nel relativo Piano, predisposto secondo gli indirizzi della Giunta e a suo tempo presentato all’approvazione della Regione.

Il Sulcis Iglesiente beneficerà di quindici corsi, finanziati e coordinati per il primo anno direttamente dalla Provincia con 1.914.000 euro.

Il Piano della Formazione professionale, dopo l’avvenuto esame delle numerose istanze pervenute dagli Enti accreditati, è quindi pronto a decollare: saranno poi gli Enti aggiudicatari (Enap Sardegna ne gestirà 6 su 15) a pubblicare gli avvisi di partecipazione destinati al pubblico.

Ai corsi potranno partecipare maggiorenni disoccupati e inoccupati residenti in Sardegna ed anche emigrati disoccupati ed inoccupati, per un totale di 215 allievi, tra addetti, tecnici e responsabili; le categorie di accesso vanno dalla licenza media inferiore al diploma di scuola media superiore.

I settori maggiormente gettonati riguardano i servizi ricettivi e turistici, la ristorazione, l’ambiente, l’ecologia, la sicurezza e le produzioni metalmeccaniche e cantieristiche.

LEGGETE L’ELENCO DEI CORSI

Risparmia acquistando online! Clicca qui!

Comments 308 Commenti »

ARTICOLO DI OGGI

IGLESIAS: 100 MILIONI DI EURO PER IL PARCO GEOMINERARIO. Cento milioni da spendere in tre anni per completare i cantieri del Parco Geominerario e avviare le bonifiche ambientali. È la cifra che la legge finanziaria Regionale ha destinato al progetto Parco Geominerario della Sardegna per il triennio 2011-2013. Al Parco Geominerario andranno 25 milioni di euro per il 2011, altrettanti per il 2012 e 50 milioni per il 2013. “Queste somme previste dalla Finanziaria regionale – spiega Aldo Manca, rappresentante della Cgil che segue la vertenza dei lavoratori Geoparco – serviranno per mandare avanti i cantieri ancora aperti e poi avviare le bonifiche ambientali una volta che saranno presentati i progetti relativi agli interventi da sostenere”. (fonte UNIONE SARDA)

EVENTO DI OGGI

Tutti gli eventi di oggi nel Sulcis Iglesiente (discoteche, locali, serate etc…) potete trovarli sul nostro profilo Facebook (se già non lo siete chiedeteci l’amicizia).

METEO

Previsioni per domani: Nuvoloso, temperature comprese tra 7.8°C e 12.7°C, freddo moderato nella prima mattinata, freddo moderato nel pomeriggio, il vento sarà prevalentemente forte e mediamente proveniente da Nord con velocità oltre i 30 km/h.

FOTOGRAFIA DI OGGI

SANTADI – Bosco di Pantaleo

http://www.hotelcostantiga.com/images/l7.jpg

Comments 1 Commento »

Indagano la magistratura e l’Arpas. Dopo l’allarme sono stati controllati altri 14 automezzi.  I sindacati: «Visto? Abbiamo fatto bene a far installare alla società il portale radiometrico»

http://locali.data.kataweb.it/kpmimages/kpm3/gloc/la-nuova-sardegna/2011/01/31/jpg_3318891.jpgPORTOVESME. Sulle settanta tonnellate di fumi d’acciaieria radioattivi provenienti dall’Alfa Acciai di San Polo e destinate allo stabilimento Portovesme Srl sono state aperte due inchieste: una dalla magistratura che ha ricevuto sabato mattina i rapporti delle ispezioni dei carabinieri del Noe di Cagliari; l’altra dall’A rpas per gli aspetti di natura ambientale e sanitaria.

I tre Tir contenenti il carico radioattivo, destinato ad alimentare i forni Waeltz della Portovesme Srl, sono stati intanto parcheggiati in una zona appartata dello stabilimento. Il portale radiometrico della fabbrica che produce piombo e zinco venerdì sera è impazzito improvvisamente quando la prima motrice ha superato la barra del portale di controllo installato sei anni fa per garantire alla Portovesme Srl materie prime non radioattive. Quando la prima motrice è entrata a velocità moderata nell’area di controllo, il videoterminale ha mostrato un grafico con traiettorie anomale ed è subito scattato l’allarme.

Per maggior cautela, i tecnici hanno imposto al conducente del mezzo un’ulteriore verifica. Sono così apparsi valori radioattivi superiori ai limiti imposti dalla legge. I tecnici hanno proceduto allora a una verifica manuale con un contatore geiger ed è arrivata un’ulteriore conferma: il grafico ha fornito picchi ben oltre valori accettabili. Anche i cassoni blindati degli altri due mezzi pesanti provenienti da San Polo sono stati verificati e il contatore geiger è impazzito nuovamente. È così scattata una serie di controlli a catena e tra Genova e Cagliari sono stati sottoposti a controlli radiometrici altri 14 camion con fumi di acciaieria destinati a Portovesme. I controlli sono risultati tutti negativi.

Giallo su come le 70 tonnellate di fumi d’acciaieria pressate nei container siamo riuscite a passare ai controlli dei porti di Genova e di Cagliari. «Questo è un accertamento che spetta alla magistratura – ha spiegato Giorgio Tore, direttore dell’Arpas del Sulcis Iglesiente -. Per quanto ci riguarda, questa mattina interverremo nuovamente, alla presenza di tecnici di Alfa Acciai, per un’ulteriore verifica dell’attendibilità degli accertamenti effettuati dal nostro ente, in presenza dei Noe di Cagliari e della Portovesme Srl».

I vertici di Alfa Acciai hanno confermato che i loro portali radiometrici non hanno riscontrato anomalie e la difformità dei valori, secondo gli industriali bresciani, potrebbero derivare da una diversa taratura delle apparecchiature. Per quanto riguarda la sostanza radioattiva rilevata, si parla di Cesio 137.

«In un primo momento – hanno detto Tore Cappai (Cgil), Enzo Lai (Cisl) e Tonino Melis (Uil) della Rsu – eravamo preoccupati, ma l’e fficienza delle apparecchiature installate all’ingresso della fabbrica ci ha rasserenato perché è stato dimostrato che i carichi sospetti vengono identificati e fermati. Questa mattina ci sarà un incontro con i vertici aziendali. Ci preme sottolineare che anche in questa occasione la trasparenza dei comportamenti tutela la fabbrica e la sua attività. Possiamo ritenerci soddisfatti per aver chiesto all’azienda, in tempi non sospetti, l’installazione del portale radiometrico, a garanzia di tutti, ancor prima che partisse la campagna di utilizzo dei fumi di acciaieria».

A Portoscuso intanto c’è fermento e gli abitanti chiedono che sia fatta chiarezza. «Ora – sollecita il consigliere provinciale Angelo Cremone – è indispensabile accertare se nelle discariche di Guroneddu e di Genn ’e Luas siano stati depositati scarti di lavorazione contaminati dalla radioattività. È vero che il portale radiometrico è stato sistemato sei anni fa, ma ora ci chiediamo se in passato dalla penisola sono stati spediti camion di fumi di acciaieria contaminati da sostanze radioattive. Occorre, costi quel che costi, fare carotaggi in profondità».

Sull’allarme radioattività è intervenuta anche il consigliere regionale dei Rossomori Claudia Zuncheddu. «Abbiamo appreso con grande preoccupazione – ha detto – che tre camion carichi di scorie radioattive partiti da Brescia, dopo aver viaggiato per mezza Italia sono stati bloccati prima che il materiale venisse avviato alla produzione. Che il polo industriale del Sulcis sia al centro di traffici illegali di rifiuti altamente tossici, non è una novità: la stessa contaminazione delle falde è stata accertata dai carabinieri del Noe. I tempi d’intervento sulla tutela della salute in Sardegna sono lenti e nessuno indaga a fondo sulle conseguenze per la vita dei cittadini».

( fonte LA NUOVA SARDEGNA )

TUIfly.com Voli, viaggi e altro

Comments 43 Commenti »

ARTICOLO DI OGGI

- Carbonia: finanziamento da un milione di euro per quattromila case Area - Quasi un milione di euro per la manutenzione ordinaria dei quattromila appartamenti di cui l’Azienda regionale edilizia abitativa è proprietaria nel Sulcis Iglesiente. L’ingente finanziamento è stato stanziato dal consiglio di amministrazione di Area e già messo a bando dal Distretto territoriale. Servirà a sistemare centinaia di edifici e alloggi pubblici le cui condizioni sono precarie da anni, nonostante le richieste di intervento da parte degli inquilini. Il maxi finanziamento è stato suddiviso in due appalti, ciascuno da 490 mila euro. La parte del leone, come prevedibile, la farà Carbonia e le sue frazioni, alle quali è interamente dedicato uno dei due appalti. Scelta pressoché scontata dal momento che soltanto a Carbonia si contano circa 1.700 alloggi pubblici, rispetto ai 4.000 sparsi su tutto il territorio provinciale. (fonte Unione Sarda)

EVENTO DI OGGI

LA TERRA DEI PADRI – proiezione promo e presentazione progetto. Durante la serata sarà proiettato il promo e presentato il progetto de LA TERRA DEI PADRI. Successivamente verrà aperto un dibattito con il cast e la troupe. INGRESSO LIBERO. CINEWORLD MULTISALA IGLESIAS, Loc. Monte Figu – Iglesias

Tutti gli eventi di oggi nel Sulcis Iglesiente (discoteche, locali, serate etc…) potete trovarli nelle nostre pagine Facebook: www.facebook.com/#!/TUTTOSULCIS

METEO

Previsioni per domani: Coperto, temperature comprese tra 10.3°C e 16.2°C, freddo moderato nella prima mattinata, fresco nel pomeriggio, il vento sarà prevalentemente moderato e mediamente proveniente da Sud con velocità oltre i 19 km/h.

FOTOGRAFIA DI OGGI

SANT’ANTIOCO – Lungomare

sant'antioco

Comments 1 Commento »

Nella sede Ausi l’agenzia Onu per l’ambiente

Iglesias. Le trattative sono in corso. Il presidente Tore Cherchi: «Ospiterà corsi di alta formazione»

Si chiama Unep, acronimo inglese di Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente. Ebbene, una delle sedi operative di tale organismo potrebbe nascere a Monteponi, nella sede dell’Università del Sulcis.

http://edicola.unionesarda.it/CONTROLLI/ImageFromDB.ashx?Tipo=Foto&Id=771453Forse Scienza dei materiali è un capitolo chiuso, ma Monteponi si accinge ad ospitare una delle sedi operative dell’Unep. L’acronimo sta per United Nations environment programme, ovvero Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, una sorta di agenzia che ha tra i compiti quello della tutela ambientale e dell’utilizzo sostenibile delle risorse. Il tutto attraverso un lavoro coordinato (che coinvolge partner istituzionali e privati in tutto il mondo) improntato soprattutto allo studio e alla ricerca. A confermare che si tratta di molto più di un’indiscrezione è Tore Cherchi, che in qualità di presidente della Provincia Carbonia-Iglesias presiede anche il Cda del Consorzio Ausi, ente che sostiene l’Università di Monteponi: «Ci sono trattative in corso e posso dire che siamo in presenza di segnali concreti che ci inducono a guardare al futuro con fondata prospettiva».
IL PROGETTO Una frase che può sembrare un tantino enigmatica, ma dalla quale si intuisce che il presidente dell’Ausi considera concreta la possibilità di dislocare a Monteponi una delle sedi dell’agenzia. Un progetto che prevede la cooperazione dell’Unep con gli enti locali per il tramite proprio dell’Ausi, che coinvolgerebbe l’Università. Le finalità sarebbero molteplici e Tore Cherchi le sintetizza in due passaggi: «Il primo prevede l’attivazione di progetti di alta formazione e innovazione in campo ambientale; il secondo la cooperazione decentrata sullo sviluppo, attuando progetti con altre località del Terzo mondo da non confondere assolutamente con l’assistenza, visto che parliamo di sviluppo».
I FINANZIAMENTI Le risorse per le attività arriverebbero direttamente dal Governo, attraverso il Ministero degli Esteri, seppure siano previsti investimenti anche da parte degli enti locali. Ma è chiaro che le ripercussioni positive sarebbero notevoli. «Fare diventare Monteponi uno dei centri di riferimento dell’Unep sarebbe una conquista enorme – commenta il presidente – un fatto di prestigio sia se consideriamo l’aspetto culturale e formativo, sia se ci soffermiamo sul piano dello sviluppo economico». Il quartier generale dell’Unep ha sede a Nairobi, in Kenya, e svolge i suoi compiti istituzionali in coordinamento con gli altri programmi e agenzie delle Nazioni Unite, ma anche con gli stati e le organizzazioni internazionali e quelle non governative o i soggetti privati. Le azioni dell’Unep sono finalizzate non soltanto a monitorare la situazione ambientale a livello globale, ma realizzare studi e ricerche trasferendo conoscenze e tecnologie nel campo dello sviluppo sostenibile.
L’AMBIENTE Al momento non si conoscono ulteriori dettagli sul progetto ed è prematuro parlare di tempi, ma non è escluso che il nuovo anno possa portare novità piacevoli. Sarebbe un tassello importante anche nell’ottica del rilancio dell’Università di Monteponi, le cui sorti sembravano segnate per sempre. Al momento, infatti, nella palazzina Bellavista sono presenti soltanto gli studenti del terzo e ultimo anno in Scienza dei materiali, corso trasferito due anni fa alla cittadella universitaria di Monserrato. Ancora prima Iglesias aveva perso Ingegneria ambientale e Informatica.
Intanto è confermato l’avvio del corso “e-learning” in Pubblica amministrazione, in via sperimentale già a partire da questo mese. Ciò vuol dire insegnamento a distanza e con l’ausilio della rete internet, che sarà possibile grazie a una convenzione stipulata con l’Università di Cagliari.

(fonte Unione Sarda)

Clicca qui!

Comments 283 Commenti »

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs726.ash1/162076_179632282066728_548066_n.jpgL’associazione Lovebridges Onlus è lieta di invitarvi alla Mostra ‘Africa di maschere e segreti’ – Riti e Società Segrete della Sierra Leone attraverso i manufatti originali di una mostra unica. La mostra è aperta presso il Chiostro di San Francesco, in via Crispi a Iglesias e potrà essere visitata fino a domenica 30 gennaio 2011.

Scopo della mostra è quello di sostenere i progetti di cooperazione a sostegno della popolazione della Sierra Leone, stremata dalla guerra civile. L’evento, oltre il far conoscere i riti tradizionali della comunità africana, ha l’intento di sensibilizzare i partecipanti, attraverso il confronto e il dialogo interculturale, per la raccolta di idee, progetti, fondi atti ad innescare un processo di sviluppo economico, sociale e culturale.

Maschere e nomoli stones, accompagnati da pannelli didattici e didascalie, vi condurranno tra i riti e i misteri delle Società Segrete.

Alla mostra troverete anche il libro e il calendario 2011 di Opotho!

Per conoscere i progetti di solidarietà partati avanti da Lovebridges:
www.associazionelovebridges.org/
www.opotho.it/
Facebook: OPOTHO
trivia_234x60

Comments 24 Commenti »

http://www.tuttonotebook.it/wp-content/uploads/2010/07/banda_larga.jpgLa Provincia promuoverà un’intesa fra tutti i Comuni del territorio perché si proceda con la realizzazione della rete di nuova generazione a banda ultralarga (MGM), finalizzata a consentire una velocità di connessione di 100 M Bit in modo coordinato e con caratteristiche omogenee.

Infatti, l’utilizzo delle tecnologie delle informazioni e delle comunicazioni rappresenta, per la comunità, un fondamentale elemento di sviluppo economico e sociale e alcune zone del Sulcis Iglesiente, per conformazioni geografiche e per dimensioni demografiche, risultano ancora prive di alcuni servizi essenziali.

“L’obiettivo – ha spiegato l’assessore provinciale alla Pianificazione territoriale, Guido Vacca – è quello di garantire a tutti i cittadini del territorio una velocità di connessione al passo con i tempi, attraverso la realizzazione di un impianto in correlazione alla posa della rete di distribuzione del metano, che ci può consentire di dotarci di un’infrastruttura con validità per i prossimi trent’anni”.

BANNER Tuttosantantioco

Comments 304 Commenti »

http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:8jE7yT20ojNXfM:http://www.carboniaiglesias.info/img/CI%5B1%5D.gif&t=1Come se non bastasse la crisi che la nostra provincia vive ormai da anni, nei giorni scorsi è arrivata un’altra notizia che non può certo farci piacere. Secondo quanto emerso da una indagine di Unioncamere la provincia di Carbonia-Iglesias è all’ultimo posto per quanto riguarda il Pil per abitante. In pratica, la nostra provincia ha ricchezza prodotta pro capite più bassa di tutta Italia, con soli 14.346 euro per abitante.

La media nazionale è di 25.263 euro per abitante. Le prime dieci province col reddito pro capite più elevato sono Milano, Bolzano, Bologna, Aosta, Roma, Modena, Bergamo, Mantova, Rimini, Forlì-Cesena, con valori che vanno dai 36.530 euro di Milano ai 30.724 di Forlì-Cesena. Nelle ultime dieci posizioni tutte province del Meridione: Brindisi, Foggia, Napoli, Trapani, Vibo Valentia, Enna, Caserta, Crotone, Agrigento e tristemente all’ultimo posto Carbonia-Iglesias appunto.

Notizie non certo positive anche per le altre province sarde: l’Ogliastra è al 96° posto (16.289 euro pro capite), il Medio Campidano al 88° posto (16.915), Oristano all’86° posto (17.490), Sassari al 78° posto (18.461), Nuoro al 75° posto (19.282), Cagliari al 69° posto (22.019). La provincia messa meglio è quella di Olbia-Tempio, al 63° posto con 23.240 euro pro capite, che si colloca anche al primo posto tra le province del Meridione.

Comments 302 Commenti »

162601_1725604707746_1467258417_31799294_1419347_n

Comments 49 Commenti »

http://www.unionesarda.it/foto/ArticoloSezione/302086.jpgLa situazione della sanità nella nostra Provincia non è certamente mai stata delle migliori. Ospedali in situazioni precarie, lunghe file d’attesa di mesi e mesi per prenotare una semplice visita, tagli nel settore e tanti pazienti scontenti. Con un deficit di ben 22 milioni di euro.

Ultimamente però sembrerebbe che questo stato di cose sia ulteriormente peggiorato.

Le condizioni degli ospedali non sono buone. Anche il programma “Striscia la notizia” ha mostrato recentemente il  pessimo stato in cui si trova l’ospedale “Sirai” di Carbonia. Una situazione che rischia di aggravarsi ancora, ma alla quale gli amministratori del territorio stanno cercando di porre un rimedio.

Segnali forti sono infatti arrivati agli inizi di novembre da parte dei sindaci dei comuni del territorio, i quali hanno bocciato il piano sanitario triennale presentato dalla Asl 7 durante la Conferenza sociosanitaria (quattordici i sindaci presenti in quell’occasione, sette hanno respinto il piano, sei si sono astenuti).

Contro il piano sanitario si era schierato anche il presidente della Provincia, Salvatore Cherchi “Il piano non affronta i problemi di fondo della sanità locale come le lunghe liste di attesa, il ricorso dei pazienti del Sulcis alle prestazioni di altre Asl e propone una razionalizzazione dei servizi basata sui tagli”. Queste le parole di denuncia del presidente dell’amministrazione provinciale.

Come se non bastasse, proprio in occasione della presentazione del piano sanitario, è venuta fuori la decisione della chiusura del reparto Pediatria dell’ospedale “Sirai” di Carbonia entro il prossimo triennio per essere accorpato al reparto dell’ospedale “Santa Barbara” a Iglesias. Una decisione che ha suscitato molte critiche. Nonostante il parere negativo dei sindaci del territorio, il piano sanitario (insieme alla proposta di bilancio 2011) è stato inviato dal commissario straordinario della Asl, Maurizio Calamida, alla Regione per l’approvazione.

A questo punto la decisione spetterà dunque alla Regione che dovrà esprimersi entro il 31 dicembre 2010 sia sul bilancio preventivo (il deficit dovrebbe ridursi a 20,5 milioni di euro) che sul piano e quindi sulle proposte di riorganizzazione dei vari servizi sanitari della Provincia.

Ma gli amministratori del Sulcis Iglesiente non ci stanno e vogliono cercare di evitare che il piano possa essere approvato dalla Regione. Proprio nei giorni scorsi il consigliere regionale e sindaco di Gonnesa, Pietro Cocco, ha presentato un’interpellanza indirizzata al Presidente della Regione Sardegna e all’Assessore alla Sanità con la quale ha sottolineato proprio le criticità della situazione sanitaria del nostro territorio.

“Siamo in presenza di una azione di smantellamento della sanità nel Sulcis-Iglesiente ad opera del Commissario Straordinario della Asl 7 che, noncurante del parere contrario della Conferenza sociosanitaria provinciale, ha adottato una proposta di razionalizzazione dei servizi sanitari che non si riesce a capire se sia frutto di una cosciente irresponsabilità o di un incosciente fantasioso protagonismo. Purtroppo la proposta di razionalizzazione del Commissario ci costringe – ha detto Cocco – ad evidenziarne le assurdità e a mobilitarci affinché vengano scongiurate le nefaste conseguenze di questo provvedimento preso in assoluta e negligente solitudine, senza un confronto sulle carenze del territorio, senza il coinvolgimento delle istituzioni locali anzi incrinando i rapporti con i rappresentanti dei Comuni, della Provincia dei Sindacati e delle Associazioni”.

Cocco si oppone anche all’accorpamento dei reparti e al ridimensionamento generale che si vuole operare nella sanità del territorio: “Una proposta che accorpa o ridimensiona reparti dei Presidi ospedalieri di Iglesias e di Carbonia in assenza di un Piano di riorganizzazione, costringe i pazienti ad una insostenibile mobilità verso altre Asl per esami ed erogazioni, causa una fuga dei medici con alta professionalità verso altri presidi ospedalieri, prospetta la realizzazione di un nuovo ospedale senza la produzione di uno studio di fattibilità, non può che essere rigettata con decisione. Per questo – conclude Cocco – nell’interpellanza chiediamo al Presidente della Regione di adottare quei provvedimenti che superino, senza indugio, l’attuale gestione commissariale straordinaria e riportino a normalità la gestione aziendale della Asl 7 in un corretto rapporto con le istituzioni locali e nell’interesse esclusivo di una efficace riorganizzazione della sanità in quel territorio”.

Dopo questa forte presa di posizione del sindaco di Gonnesa, un’altra azione importante è stata portata avanti dai sindaci che si sono recati nei giorni scorsi presso l’Assessorato regionale della Sanità a Cagliari per chiedere la rimozione immediata del commissario straordinario della Asl di Carbonia, Maurizio Calamida. I sindaci chiedono di essere ascoltati e, soprattutto, che siano ascoltati i problemi della sanità di un territorio che già deve affrontare una forte crisi occupazionale e al quale non possono essere chiesti ulteriori sacrifici anche in un contesto così delicato e importante come quello sanitario.

Nel frattempo chi deve pagare i conti più salati sono naturalmente i cittadini del territorio, costretti a fare i conti con la malasanità e con una situazione che diventa sempre giorno dopo giorno sempre più precaria.

Risparmia acquistando online! Clicca qui!

Comments 17 Commenti »

Ora il suo sogno è vedere i suoi bikini indossati dalle ragazze di tutto il mondo. In attesa che le aziende produttrici avanzino proposte concrete, Francesca De Blasi, 22enne di Carbonia, è già sulla buona strada: è una delle vincitrice del concorso internazionale “The Link”.

http://www.unionesarda.it/foto/ArticoloSezione/308320.jpgFrancesca De Blasi, con i suoi bikini e trikini ispirati, neppure a dirlo, al mare e al sole di Sardegna e alla lavorazione del bisso, il filamento che secerne il mollusco pinna nobilis , ha sbaragliato un centinaio di agguerriti concorrenti provenienti da tutta l’Europa e incontratisi due settimane fa a Cannes per la finale del concorso.

La giuria è rimasta incantata dai suoi costumi da bagno che compongono una collezione intitolata Luxi de mari a mesudì (Luce del mare a mezzogiorno): colori pastello che evocano le sfumature della sabbia sono impreziositi con Swarovski, cinque tipi diversi di cristalli, dalle molteplici tonalità che sembrano goccioline d’acqua luccicanti. Al concorso ha preso parte proponendo due bikini, un trikini (un modello che prevede il collegamento fra gli slip e il reggiseno) e un costume intero. Ora il suo sogno è fondare un marchio tutto suo.

«Sto per finire il corso di laurea al Politecnico – racconta – e anche grazie a questo risultato la moda sarà il mio futuro: magari acquisendo esperienza presso qualche azienda, prima o poi riuscirò a creare un brand tutto mio progettando collezioni dall’idea fino alla realizzazione». La giovane creatrice ha mosso i primi passi quando non aveva neppure tredici anni: «Ho imparato da bambina nella casa dei miei genitori, a Cortoghiana, a cucire i costumi da ballo: forse è in quei momenti che è scattata in me la passione». Per il momento Francesca De Blasi si gode la gloria di una competizione internazionale vinta, i mille euro di premio e i primi contatti con alcune case di moda italiane che sembrerebbero interessate a sviluppare le sue creazioni.

In estate le sue creazioni sfileranno a Firenze nel corso di una manifestazione internazionale ed alcuni giornali russi specializzati in moda si sono fatti avanti per raccontare la sua esperienza e metterla in contatto con case produttrici.

(ANDREA SCANO, fonte Unione Sarda)

Comments 47 Commenti »

ARTICOLO DI OGGI

- Iglesias: pranzo di beneficienza -

Panettone e spumante, oltre ad un ricco menu natalizio. Domenica 19 dicembre la Sodalitas di Iglesias e i suoi numerosi volontari regaleranno un sorriso alle centinaia di persone a cui l’associazione di via Amelia Melis de Villa tende la mano da un ventennio, tutti i giorni, offrendo un pasto caldo, un sorriso e un aiuto psicologico, grazie alla collaborazione di psicologi e psicoterapeuti, a cui si rivolgono sempre più numerose le famiglie iglesienti. Prima del pranzo di Natale, una tradizione che si ripete da anni, alle 12 verrà celebrata la solenne messa dal vescovo Giovanni Paolo Zedda, nella parrocchia San Paolo di via Leopardi. Alle 13, nella sede dell’associazione, volontari e cittadini pranzeranno insieme per festeggiare il Natale: “Siamo felici di poter trascorrere questa domenica con le persone che non avranno la fortuna di tanti altri”, racconta Gabriella Troncia, segretaria dell’associazione fondata nel 1988 dal medico Salvatore Macciò. (fonte Unione Sarda)

EVENTI DI OGGI

Tutti gli eventi di oggi nel Sulcis Iglesiente (discoteche, locali, serate etc…) potete trovarli nelle nostre pagine Facebook: www.facebook.com/#!/TUTTOSULCIS

METEO

Previsioni per domani: Nuvoloso, temperature comprese tra 7.7°C e 15°C, freddo moderato nella prima mattinata, molto fresco nel pomeriggio, il vento sarà prevalentemente forte e mediamente proveniente da Ovest con velocità oltre i 30 km/h.

FOTOGRAFIA DI OGGI

IGLESIAS

http://www.villadichiesabb.com/iglesias_1.jpg

Comments 5 Commenti »

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs1319.snc4/161899_127005280693358_7153927_n.jpgIl Premio “La Torre” nasce da un’idea di Giuseppe Marcello che, forte dell’esperienza maturata in commissione edilizia al comune di Iglesias e di quella come socio del Comitato Quartiere Castello di Iglesias decide di istituire tale premiazione per valorizzare chi, con lavori di restauro e conservazione, rende vita e lustro agli edifici del centro storio di Iglesias. E’ così che nel 1999 nasce la prima edizione del premio, organizzata con il Comitato Quartiere Castello, patrocinata dal comune di Iglesias e con la supervisione dell’Associazione Periti Industriali della Sardegna.

REGOLAMENTO:
Il premio La Torre sarà consegnato al proprietario di edifico in centro storico (quartiere di Fontana, Di Mezzo, Santa Chiara, Castello) che abbia provveduto al restauro di esso, in particolare della facciata, rispettando larchitettonica storica: ricostruendo i cornicioni, marcapiani, cornici di contorno alla finestre, balconi in stile in ferro battuto o in muratura, rifacimento del tetto in coppi e la sistemazione delle pompe di calore, in modo che non deturpino la facciata.
Non sonno ammessi istallazioni di finestre e portoni in alluminio anodizzato, ne tapparelle.
Dove per ragioni particolari vi siano installate serrande basculanti, esse dovranno, almeno esternamente, essere foderate in legno.
Il premio sarà consegnato al miglior restauro o alla costruzione, anche se nuova, ma che abbia rispettato i criteri di costruzione in stile, eseguito nel corso dellanno e cosi via negli anni successivi.

LA PROSSIMA PREMIAZIONE RELATIVA AL 2010 SI TERRA’ SABATO 11 DICEMBRE ALLE ORE 10.30 PRESSO LA SALA LEPORI, IN VIA ISONZO A IGLESIAS

INFO:
www.premiolatorre.com
premiolatorre@hotmail.it

TUIfly.com Voli, viaggi e altro

Comments 10 Commenti »

Carbonia: via alla costruzione delle case di legno. Da Bacu Abis, frazione di Carbonia, parte la rivoluzione della bioedilizia pubblica. Area, impegnata nel programma di messa in sicurezza delle case di via Cogne e via della Libertà (a rischio crollo per i fenomeni di subsidenza), ha infatti concluso la costruzione di una palazzina quadrifamiliare interamente in legno, la prima in assoluto in Sardegna realizzata dall’ex Iacp. Esternamente è identica al disegno razionalista originario, cioè riprende integralmente la tipologia degli edifici costruiti a Bacu Abis alla fine degli anni Trenta. Dentro, però, non c’è un solo grammo di trachite o di calcestruzzo: è tutta in legno. E ora ciò che inizialmente era stato inteso come un esperimento diventerà la normalità per i prossimi interventi previsti in città. (fonte Unione Sarda)

http://gasport.blog.tiscali.it/files/2006/10/11398546892.jpgIglesias: ritorna la cronoscalata Iglesias-Santangelo. Ora è ufficiale: il 2011 segnerà il ritorno della Cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo. Incassato il via libera ufficiale la macchina organizzativa della gara automobilistica in salita si è già messa in moto. Domani, nella sede dell’Aci a Cagliari, si terrà il primo incontro per programmare l’importante manifestazione sportiva della quale, quest’anno, Iglesias ha dovuto fare a meno. Vi prenderanno parte Giorgio Ladu, presidente dell’Aci cagliaritana, il direttore Alessandro Paita e Francesco Pirisi, delegato sportivo. Dopo le rassicurazioni e le note ufficiali inoltrate nelle scorse settimane ai rappresentanti di Provincia e Comune preoccupati per l’annullamento dell’edizione 2010 della gara, questo è l’atto concreto che tutti si aspettavano. “La Commissione sportiva automobilistica italiana – si legge in un documento diffuso ieri dall’Aci – ha reso note le gare 2011 di automobilismo e per gli appassionati iglesienti si tratta di una buona notizia: è stato confermato che la Iglesias-Sant’Angelo verrà regolarmente disputata”. (fonte Unione Sarda)

Lavoro: operai Rockwool occupano statale 130 a Iglesias. Fabbrica chiusa da 14 mesi, riesplode protesta a Campo Pisano. I 62 operai della Rockwool, la fabbrica di lana di roccia chiusa da 14 mesi, hanno occupato la strada statale 130 che collega Cagliari ad Iglesias all’altezza del ponte della miniera di Campo Pisano, poco dopo la cittadina mineraria. Da otto mesi i manifestanti stanno presidiando il ponte di fronte alla sede dell’Igea, la societa’ regionale incaricata delle bonifiche ambientali nelle miniere del Sulcis con la quale gli operai chiedono di lavorare.Agli automobilisti, fatti transitare molto lentamente, viene consegnato un volantino col quale si spiegano le ragioni della protesta.(fonte ANSA)

Gonnesa: la Regione rilancia il carbone del Sulcis. “Crediamo molto nelle potenzialità del carbone: la nuova tecnologia di cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica ci permetterà di essere all’avanguardia in Europa e nel mondo”. Lo ha dichiarato Oscar Cherchi, assessore regionale all’Industria, ospite d’onore questa mattina nella miniera di Nuraxi Figus (Carbosulcis) con la presidente del Consiglio regionale Claudia Lombardo per celebrare Santa Barbara, la patrona dei minatori. Cherchi ha anche aggiunto che lunedì porterà in Giunta la proposta di affidamento dello studio di fattibilità del progetto-carbone alla Sotacarbo, mentre la Sfirs farà da advisor annunciando anche che proporrà di inserie nella Finanziaria un ulteriore finanziamento di 5 milioni di euro per il funzionamento e la gestione della miniera. “Le potenzialità della nuova tecnologia sono enormi, il 2011 dovrà essere l’anno decisivo”. ha aggiunto l’assessre all’Industria. Parlando della crisi delle industrie del Sulcis Claudia Lombardo ha aggiunto: “Giusto un anno fa eravamo nel bel mezzo di una situazione che sembrava senza vie d’uscita invece, grazie agli atti di Governo e Regione, ma anche grazie all’unitarietà messa in campo, vertenze come Alcoa e Portovesme srl si sono concluse positivamente”. Il progetto della Carbosulcis prevede la privatizzazione delle miniere e la costruzione di una centrale a carbone-pulito con la tecnologia del recupero della CO2. (fonte Unione Sarda)

468x60_productflight1.gif

Comments 32 Commenti »

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs349.snc4/41604_100699599996718_7575231_n.jpg

Prende il via domani la prima mostra “In miniera tra i Presepi”. Una bella occasione per vedere i presepi realizzati dai ragazzi delle scuole medie di Carbonia e, nel contempo, per visitare le affascinanti gallerie sotterranee della Grande Miniera di Serbariu.

Lampisteria: esposizione dei presepi realizzati dalle scuole di Carbonia con tecniche e materiali diversi.
Galleria sotterranea: presepe in legno scolpito dall’ex minatore Fabbro; il presepe fa attualmente parte della collezione di Don Amilcare Gambella, parroco del Sacro Cuore di Cortoghiana.

Inaugurazione 7 Dicembre 2010 ore 11.00
Visitabile fino al 6 Gennaio 2011
Orari di apertura del Museo del Carbone: 10.00 – 18.00 dal martedì alla domenica (ultima visita della galleria: ore 17.00 – chiuso il lunedì, il 25 Dicembre e il 1 Gennaio).

Ingresso alla mostra nella lampisteria: gratuito
Galleria sotterranea: biglietto ridotto Euro 4.00

BANNER Tuttosantantioco

Comments 70 Commenti »

ARTICOLO DI OGGI

- Progetto della Provincia per salvare le chiese delle miniere -

http://www.sardegnadigitallibrary.it/mmt/480/142975.jpgLa Provincia di Carbonia Iglesias scende in campo per salvare le chiese situate nelle aree minerarie. Per la precisione l’ente locale porterà avanti uno studio di fattibilità per la realizzazione di un percorso storico-culturale-religioso negli edifici sacri situati nei siti minerari del Sulcis Iglesiente. Un’iniziativa che sarà mandata avanti In collaborazione con la Diocesi di Iglesias, e in particolare con il relativo Ufficio Beni culturali e Arte sacra, e per la quale si è quindi ritenuto necessario promuovere un progetto. Si potrà così procedere al recupero e alla conservazione del patrimonio religioso, anche sotto il profilo storico-culturale.
Per la realizzazione di queste finalità si utilizzeranno, innanzitutto, gli studi già effettuati, mentre i costi necessari saranno coperti attraverso un impegno da parte della Provincia per complessivi 20 mila euro.  (fonte SardegnaNovas)

EVENTI DI OGGI

PANE E OLIO IN FRANTOIO…E FORMAGGIO – Santadi – Leggi le informazioni

Rassegna PASSAGGI D’AUTORE: INTRECCI MEDITERRANEI – Sant’Antioco – Leggi le informazioni

VBA OLIMPIA SANT’ANTIOCO – MERIDIANA OLBIA Campionato nazionale serie B1 di pallavolo. Ore 19 – Palagiacomo Cabras (Lungomare, Sant’Antioco)

Tutti gli altri eventi di oggi nel Sulcis Iglesiente (discoteche, locali, serate etc…) potete trovarli nelle nostre pagine Facebook: www.facebook.com/#!/TUTTOSULCIS

METEO

Previsioni per domani: Nuvoloso, temperature comprese tra 3.6°C e 13.6°C, freddo nella prima mattinata, molto fresco nel pomeriggio, il vento sarà prevalentemente forte e mediamente proveniente da Sud con velocità oltre i 33 km/h.
Bonus - 468x60PokerLTM Image Banner

Comments Commenti disabilitati

http://photos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc4/hs1183.snc4/150524_10150105048984050_538159049_7592088_3405679_a.jpgIn un immaginario e quasi post apocalittico 2019, la lunga crisi economica e la perdita di valori ha ridotto l’intera Europa in miseria. Scoppiano dappertutto numerosi focolai di rivolta e in Italia, dopo la morte del Presidente della Repubblica Berlusconi, l’assenza di figure politiche in grado di gestire la già delicata situazione nazionale fa precipitare l’intero Stato in una guerra civile. In Sardegna gruppi di disertori militari si uniscono a gruppi di civili stanchi di vedere ancora una volta la loro terra derubata e violentata dai soliti padroni forestieri arricchitisi a discapito del territorio. Viene così organizzato un golpe per ottenere l’indipendenza dell’Isola e vendicare lo sfruttamento ed il sangue versato sul lavoro dai loro padri. Questa, a grandi linee, è la trama de La Terra dei Padri, una sorta di trailer cinematografico allungato che, nei progetti di Joe Bastardi, nome d’arte del giovane regista sardo Giovanni Piras, anticipa la realizzazione del vero e proprio film, un “Sardinian Western” del XXI secolo dove i pellerossa in questo caso sono i Sardi che difendono la loro terra e la loro identità. Per adesso esistono solamente la sceneggiatura, scritta a quattro mani con l’amico Alberto Diana, ed il promo per l’ imminente presentazione del progetto, entro qualche settimana, a Cagliari, Iglesias, Carbonia e in tutti i comuni del Sulcis–Iglesiente. L’idea è quella di coinvolgere proprio i Comuni e i privati cittadini in una sorta di mega colletta che consenta a questi giovani ragazzi di raggiungere la cifra necessaria alla realizzazione del film. Il giovane regista originario di Fluminimaggiore, classe 1987, già noto per il suo precedente cortometraggio Amentia, dopo gli studi superiori al Liceo Scientifico “Asproni” di Iglesias, ha coltivato la sua passione per la cinematografia trasferendosi a Bologna dove si è diplomato in Regia e produzione video all’Accademia Nazionale di Arti cinematografiche. In seguito è tornato nella sua Sardegna anche se sottolinea che purtroppo, nell’ambito del cinema sardo, tuttora non si dà la possibilità ai giovani di emergere. I riflettori sono puntati sempre e solo sulle uniche glorie isolane della generazione precedente come Pau, Mereu e Cabiddu mentre i giovani fanno fatica perché non c’è ancora una vera e propria cultura cinematografica. Eppure gli scenari da favola e le maestranze non mancano affatto ma tutto rimane purtroppo un grande potenziale ancora inespresso.

Le riprese del trailer sono state effettuate durante l’estate scorsa e come location del promo sono stati usati i meravigliosi set naturali delle miniere di Monteponi e Campo Pisano di Iglesias. La Film Commission Regionale li ha aiutati ad ottenere tutti i permessi necessari per le riprese. Per la loro realizzazione tutto il personale coinvolto ha partecipato a titolo gratuito durante tutti i ciak e le fasi di montaggio delle scene. Gli attori protagonisti, tra i 15 e i 30 anni, sono quasi tutti sardi e provenienti dal Sulcis. Come Emilio Puggioni, un attore di Buggerru, che ha interpretato una pellicola negli Usa e si sta affacciando con piccole parti anche sul panorama cinematografico nazionale. Tra gli altri, da segnalare anche l’importante presenza di Coco Leonardi, noto attore argentino, molto conosciuto nel Sulcis per alcuni corsi di recitazione teatrale da lui tenuti.

Forte della tecnica acquisita all’Università di Bologna, il talentuoso Joe Bastardi propone un prodotto di buona fattura che farà sicuramente discutere per i suoi contenuti forti e provocatori. Su Facebook il trailer de La Terra dei Padri sta spopolando e ha già scatenato l’interesse di tantissimi fan, isolani e non. É stata aperta una pagina apposita nella quale vengono pubblicati periodicamente, per i curiosi, post e filmati relativi al backstage e ad alcune scene di anteprima. La giovane promessa del futuro cinema nostrano invita seriamente a riflettere con la sua storia sul grande valore che il nostro territorio possiede e sulla necessità di investire realmente sui giovani. Fino ad oggi, dice Joe, in quanto sardi ci siamo accontentati di quelle imprese che arrivavano da fuori ad aprire qui industrie ed attività per poi chiudere tutto e scappare via con i soldi dei finanziamenti, lasciando dietro di sé solo polvere e disoccupazione. In verità ciò che serve oggi è promuovere il prodotto sardo perché ha tutte le carte in regola per diventare un grande volano sia per l’economia che per la cultura in generale.

Enrico Scano

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc4/hs968.snc4/76156_10150105048814050_538159049_7592084_2502713_n.jpg http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash2/hs581.ash2/150355_10150105050804050_538159049_7592136_1705902_n.jpg

Comments 22 Commenti »

Tra le mosse il recupero e la messa in rete di numerosi siti e luoghi minerari

Tra i progetti che l’Stl Sulcis Iglesiente intende sviluppare nel corso dei prossimi tre anni vi è l’ingresso nel circuito della “Rotta dei Fenici”, itinerario della “interculturalità mediterranea” riconosciuto dal Consiglio d’Europa che, attraversando 18 Paesi del Mediterraneo e oltre 80 città di origine e cultura fenicio-punica in tre diversi continenti, porta alla scoperta di siti archeologici, etno-antropologici naturali e permette lo scambio culturale tra i popoli e i paesi del Mediterraneo.

Tra i progetti c’è anche il recupero e la messa in rete di numerosi siti e luoghi minerari, dai porti turistici realizzati nel periodo minerario per lo sbarco e l’imbarco del minerale distribuiti lungo la costa del Sulcis Iglesiente, alle chiesette minerarie che potrebbero entrare a far parte di itinerari a carattere religioso fino alla realizzazione di piste e percorsi ciclabili laddove passano le antiche ferrovie minerarie che si intersecano in tutto il territorio del Sulcis Iglesiente. Non ultimo il complesso progetto di realizzazione della nuova cartellonistica turistica su tutto il territorio provinciale, per connotare e rendere più accessibili e fruibili tutte le attrattive turistiche della Provincia. La Provincia di Carbonia Iglesias e l’Stl Sulcis Iglesiente hanno previsto tre serate nelle città di Torino, Milano e Roma durante le quali, grazie anche alla collaborazione delle cantine vitivinicole che fanno parte della Strada del Carignano del Sulcis e della Camera di Commercio, si intende promuovere la destinazione attraverso la tradizione enogastronomica.   (fonte GuidaViaggi.it)

bandos_468x60.gif

Comments 286 Commenti »

ARTICOLO DI OGGI

- Aina 2007, dalle sabbie di Calasetta -

http://www.unionesarda.it/foto/ArticoliFoto/306806.jpgE’ arrivato Aina Riserva 2007, ultimo nato della Cantina di Calasetta. Novità assoluta. Appartiene alla stirpe dei Carignano, ma al ramo più nobile. Prodotto in appena 6000 bottiglie, un’autentica rarità, trae origine dai vigneti più tipici della cittadina del Sulcis. Con terreni sabbiosi, che danno il nome ai vino: Aina significa sabbia. Vigneti vecchi, coltivati ad alberello, con una resa di 50 quintali di uva per ettaro. In media hanno 50 anni, ma ce ne sono anche da 150. Vitigni a piede franco, cioè con le loro radici originarie. Un sigillo di autenticità.

Aina, Carignano in purezza (cioè al cento per cento) è prodotto da uve selezionate, le più sane e mature. Il meglio del meglio. Non a caso, l’enologo Daniele Marchi gli ha riservato un trattamento di riguardo: “Trattandosi di una riserva – dice Marchi – gode di un invecchiamento in barriques per 2 anni, più un ulteriore affinamento in bottiglia di 6 mesi. Sia le caratteristiche della materia prima che i sistemi di vinificazione fanno la differenza rispetto agli altri tipi di Carignano della cantina”.

L’annata di esordio di Aina Riserva è il 2007. Le prime bottiglie sono arrivate in enoteca ai primi di novembre, il prezzo dovrebbe andare dai 15 euro in su. Per essere un esordiente, gode di una discreta dote: la guida “Vini buoni d’Italia del Touring club” gli ha assegnato la “Corona dei vini di eccellenza”. Un riconoscimento che premia anche la Cantina di Calasetta, ormai indirizzata verso un rilancio basato sulla qualità, dopo un periodo difficile.

Agli appassionati ora il compito di saggiare le qualità di questa new entry nel novero dei Carignano di eccellenza. La carta dell’ Aina Riserva 2007 dichiara un colore rosso rubino molto intenso tendente al granato; profumo vinoso, intenso, etereo, persistente, con speziate note di vaniglia e macchia mediterranea; sapore asciutto, ampio, sapido, armonico, di notevole struttura. Da abbinare con carni arrosto, brasate e formaggi stagionati. Sito web: www.cantinacalasetta.com (fonte Unionesarda.it)

EVENTO DI OGGI

VBA OLIMPIA SANT’ANTIOCO – STADIUM MIRANDOLA MO Campionato nazionale serie B1 di pallavolo. Ore 19 – Palagiacomo Cabras (Lungomare, Sant’Antioco)

Tutti gli eventi di oggi nel Sulcis Iglesiente (discoteche, locali, serate etc…) potete trovarli nelle nostre pagine Facebook: www.facebook.com/#!/TUTTOSULCIS

METEO

Previsioni per domani: Coperto, temperature comprese tra 13.6°C e 16.3°C, molto fresco nella prima mattinata, fresco nel pomeriggio, il vento sarà prevalentemente forte e mediamente proveniente da Ovest con velocità oltre i 44 km/h.

FOTOGRAFIA DI OGGI

Panorama dal Belvedere – NEBIDA

http://sardegnainesplorata.fotoblog.it/photos/00/00/568028918.JPG

Comments Commenti disabilitati

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs843.snc4/71077_105317362875303_6646008_n.jpgDue giornate dedicate alla riflessione sul tema della morte attraverso poesia, arte, cinema, letture: è il programma di IL CORPO SOTTRATTO, evento ideato dall’associazione culturale VOX2000 oggi alla sua sesta edizione.

Il primo appuntamento è VENERDì 26 novembre, dalle 17.30 nella Sala Lepori per un convegno dal titolo “I LINGUAGGI DELL’ARTE NEI RITUALI FUNEBRI E NELLE VISIONI SIMBOLICHE: DISCORSI, CANTI E IMMAGINI INTORNO AL TEMA DELLA MORTE”. Interverranno l’etnomusicologo Ignazio Macchiarella, l’artista Josephine Sassu, l’attrice e cantante Clara Murtas a raccontare parole, musica, arti visive nelle tradizioni funerarie della Sardegna. Verrà proiettato inoltre “Deu ci sia”, cortometraggio realizzato da Ophir Production che ha ricevuto il riconoscimento dal Ministero dei Beni Culturali ed è stato proclamato vincitore nell’ultima edizione del Capalbio Film Festival. Il corto, proiettato di recente in diversi festival internazionali di cinema, racconta di una Sardegna di fine Ottocento dove emerge oscura e silenziosa la femina aggabadora, figura leggendaria della tradizione che abbreviava le sofferenze ai moribondi. Alla proiezione sarà presente il regista, Gianluigi Tarditi.

Il secondo appuntamento, DOMENICA 28 novembre, vedrà come suggestivo palcoscenico il Cimitero Monumentale di Iglesias, per un evento che coinvolgerà artisti, cantanti, musicisti, giovani studenti: “ALL’OMBRA DI UN CIPRESSO” è il titolo della performance che mira a riscoprire gli spazi della morte, che nella tradizione cristiana sono simbolo di sofferenza e lacrime, e riviverli invece come luoghi vitali di silenzio e serenità. L’evento, per la regia di Maurizio Saiu, guiderà il pubblico alla visita del Cimitero Monumentale, ricco di storie e memoria cittadina, attraverso il canto, la musica e la danza.

L’evento è realizzato con il contributo di Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Iglesias

Regia a cura di MAURIZIO SAIU
Interventi di: Clara Murtas, Gianluca Belfiori Doro, Silvia Corda, Fatima Dakik, Sabrina Carta, Alessandra Giura Longo, Josephine Sassu, Enrica Spada e i giovani danzatori della compagnia menosedicidanza, Enrico Zara, Luisa Deledda, Carlo Antonio Borghi, gli artisti della GiuseppeFrau Gallery, gli studenti del liceo artistico di Iglesias.

Info: voxduemila@libero.it ; 320 3665891

Comments 312 Commenti »

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc3/hs463.snc3/25452_104151436294387_100000985944797_34412_4926904_n.jpgLa Sardegna non è solo estate. La Sardegna è un’isola bella tutto l’anno, ricca di luoghi, itinerari e profumi che nelle altre stagioni restano meravigliosi e unici. E anche il Sulcis Iglesiente è un universo da scoprire tutto l’anno, fatto di tanti posti da scoprire, tante cose da vedere,  tanti eventi e un’atmosfera che anche nel periodo delle feste di fine anno regala emozioni e momenti indimenticabili.

Perchè allora non passare le feste natalizie e il Capodanno nel Sulcis Iglesiente?

Un modo differente per visitare il sud ovest della Sardegna in un periodo in cui il territorio si riveste di nuova vita e nuovi colori. Conoscere sapori e tradizioni di una delle terre più antiche d’Italia, vivere gli eventi di Capodanno e ammirare tutte le meraviglie di un mare unico al mondo.

Siete amanti del mare? Potrete passare una giornata diversa, accompagnata dai prodotti e dalla cucina tipica sarda, a base di pesce appena pescato e gustato direttamente a bordo di una bella motobarca, in compagnia degli amici della Pescaturismo Valentina…un vero acquaturismo con contorno di pesce fresco. Partendo dal porticciolo turistico “Solkimar” di Sant’Antioco, potrete fare il giro delle isole del meraviglioso arcipelago del Sulcis, una splendida escursione lungo le coste e le spiagge più suggestive della zona. A bordo dell’imbarcazione, dotata di comfort, troverete amicizia, atmosfera natalizia, divertimento e tanta allegria. Durante la preparazione del gustoso ed abbondante pranzo, potrete volendo anche farvi il bagno o pescare a “bolentino”, fornito sull’imbarcazione e assistere alla pesca. Una giornata davvero unica, che nel periodo di fine anno ha un fascino diverso e molto particolare e suggestivo.

Gli amici della Pescaturismo Valentina appartengono ad una rete di turismo eco-solidale che promuove l’ospitalità in famiglia, la valorizzazione dei prodotti biologici e dei manufatti artigianali dell’archeologia industriale.

E allora che aspettate? Terminate bene il 2010 e iniziate nel modo migliore il nuovo anno vivendo tante esperienze uniche in Sardegna. Prenotate subito le vostre vacanze di fine anno nel Sulcis Iglesiente e la vostra giornata con gli amici della Pescaturismo Valentina.

Pescaturismo Valentina

Comments 61 Commenti »