Articolo taggato “eventi Sardegna”

Torna come sempre quindici giorni dopo Pasqua la Sagra più antica della Sardegna, la Sagra di Sant’Antioco Martire, protettore dell’isola e Santo Patrono della Sardegna, che giunge quest’anno alla 653esima edizione.

Questo che si svolge ad Aprile è il primo appuntamento di una festa che viene celebrata anche in estate, il 1 Agosto, in ricordo della dedicazione della chiesa e per il ringraziamento del raccolto, e il 13 Novembre, il giorno della morte del santo. La Sagra, la cui origine viene riportata al 1615 (anno di ritrovamento delle reliquie), viene aperta il sabato precedente la festa con la sfilata de “Is coccois”. Per l’occasione le donne preparano dei pani di semola detti “Coccois de su Santu“, decorati con motivi floreali e piccoli uccelli e ornati con frammenti di carta dorata. Is coccois sono portati da gruppi di fedeli nella Basilica e per alcune settimane sono tenuti ad ornamento del simulacro e delle reliquie. Le celebrazioni proseguono con la sfilata delle traccas e dei costumi folcloristici che giungono da tutta l’isola e si snoda lungo le strade del paese a seguito del simulacro del Santo, seguite da eventi e appuntamenti da non perdere. All’aria di festa, si aggiunge il sentimento di fede e devozione che gli abitanti di Sant’Antioco rivolgono al santo, a cui affidano la protezione dei propri cari.

IL PROGRAMMA DELLA 653a SAGRA DI SANT’ANTIOCO

Comments 335 Commenti »

FEDERITALIA & FederItalia Motori & Club QuattroXQuattro-Matti presentano:

1° TRIAL 4X4 PAN DI ZUCCHERO – 1° Maggio 2012Un salto nel paradiso sud occidentale della Sardegna vi porterà a Nebida, ex villaggio minerario e oggi promettente meta turistica dove avrà luogo il 1° TRIAL 4X4 PAN DI ZUCCHERO

Situata a 70 km dal capoluogo regionale Cagliari e circa a 14 dal nuovo capoluogo provinciale Iglesias (insieme a Carbonia) della quale ne è frazione

Lungo il tragitto della “panoramica”, strada di accesso che corre lungo la scoscesa costa rocciosa, è possibile sostare nelle piazzole e ammirare l’ineguagliabile bellezza della costa più antica d’Europa. Unica per la presenza di 5 faraglioni che si ergono imponenti dal mare: scoglio il Morto, scoglio di Portu Nebida detto anche “il veliero” per via della sua forma che ricorda tale tipo di imbarcazione, i due faraglioni S’Agusteri davanti alla spiaggia di Portu Banda e infine in lontananza il maestoso e famoso Pan di Zucchero

DESCRIZIONE EVENTO

Ore 08:00 Iscrizioni all’evento e partenza al percorso panoramico 4×4

Le iscrizioni si terranno presso il Punto di Ristoro L’OASI, situato all’ingresso del paese..

Il percorso offrirà il massimo del piacere sfruttando passaggi naturali che porteranno i partecipanti a vivere un’emozione unica.. Sarà infatti possibile ammirare l’immensa costa su passaggi suggestivi immersi nel verde delle nostre vette più alte

Ore 13:00 Pausa Pranzo

Ore 14:00 TRIAL 4X4

Il Trial sarà allestito nella Località Portu banda, su un’ampia area che si affaccia sul mare, riservando per tutta la giornata lo straordinario paesaggio che sarà costantemente parte integrante della manifestazione

Il Trial comprenderà passaggi studiati per dare il massimo del brivido ma anche varianti più semplici adatte a qualsiasi fuoristrada 4×4.

Sempre in località Portu banda verranno allestiti più di 1000 mq di terreno per ospitare le varie integrazioni sportive e socio culturali che prenderanno parte alla manifestazione.

Verranno esposti prodotti tipici e stupende creazioni di ogni genere che privati e associazioni metteranno a disposizione per tutta la giornata

Alle ore 10:00 avrà inizio l’esibizione dedicata al cinofilo con la dog agility Antonio’s Agility School

Fantastici piloti di parapendio prenderanno parte alla manifestazione, colorando il cielo sopra di noi con le loro bellissime ali

Daremo in seguito le altre informazioni sul completo svolgimento della manifestazione

Per info

Tel 3492350786 Patrick

Tel 3465788266 Lorenzo

Tel 3485186947 Natascia

Email

freedomlook09@gmail.com

lorenzo.rubiu@yahoo.it

natasciadiana@tiscali.it

Comments 829 Commenti »

E’ prevista per sabato prossimo, 15 ottobre 2011, un’escursione guidata all’interno dell’Oasi della LIPU dell’Isola di San Pietro. A guidare i partecipanti durante la suggestiva escursione sara’ Giovanni Paulis, accompagnatore e guida ambientale escursionistica, nonché esperto fotografo. Durante l’escursione di Carloforte, che si protrarrà per l’intera giornata, si osserverà il caratteristico paesaggio fatto di natura…

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
www.plutosport.it


Vacanze da sogno! solo su TUI.it

Comments 8 Commenti »

Lunedì 5 settembre sara’ il termine ultimo per le iscrizioni al Workshop fotografico alla ricerca del Cervo Sardo, che si svolgera’ sabato 10 settembre nella zona di Piscinas (Ingurtosu). Un suggestivo fotosafari (trekking + auto/mezzi propri) per cercare, ammirare e ritrarre il Cervo Sardo nel periodo dei bramiti. La zona di Piscinas fortunatamente non è stata toccata dagli incendi e pertanto le condizioni ambientali sono ottimali. Vediamo il programma della giornata…

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Risparmia acquistando online! Clicca Qui!

Comments 1 Commento »

http://www.comune.santantioco.ca.it/cms/images/stories/manifestazioni/sagra_2011/ban_sagra_2011.jpgPrenderanno il via domani, 6 maggio 2011, le celebrazioni della Sagra piu’ antica della Sardegna: la Sagra di Sant’Antioco Martire, che ogni anno si svolge 15 giorni dopo Pasqua. Quest’anno nella splendida isola dell’Arcipelago Sulcitano si celebrera’ la 652/a edizione della Festa dedicata a Sant’Antioco, il Patrono di tutta la Sardegna. Molto attesa come ogni anno la Processione del Santo, il lunedi’, con gruppi folk e traccas che sfileranno per le vie della cittadina sulcitana. Vediamo il programma completo dei festeggiamenti.

PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI PER LA
652/a EDIZIONE DELLA SAGRA DI SANT’ANTIOCO MARTIRE

Venerdi’ 6 maggio
Ore 18,00 – Santa Messa
Ore 19,00 – Presentazione del libro e prima parte del convegno “S.Antioco, da primo evangelizzatore di Sulci a glorioso Protomartire Patrono della Sardegna” – presso la Basilica di S.Antioco Martire.
ore 22,00 – Manifestazione musicale con i “Vecchia Manera” – Via Trieste, a cura di “Ale & Fra” Bar.

Sabato 7 maggio
Ore 10,30 – Presentazione del libro e seconda parte del convegno “S.Antioco, da primo evangelizzatore di Sulci a glorioso Protomartire Patrono della Sardegna” – presso Aula Consiliare Comune di Sant’Antioco.
Ore 16,00 – Manifestazione Gincana ippica Monta da lavoro sarda – presso campo Via Trilussa a cura dell’associazione sportiva equestre Centro Engea di Sant’Antioco.
Ore 18,00 – Processione religiosa de “Is Coccois” con gruppi folk e suonatori di launeddas.
Ore 19,00 – S. Messa con il coro di Sassari
Ore 21,00 – Gara poetico dialettale – Piazza de Gasperi.
Ore 21,30 – Concerto etnico con Ambra Pintore – Piazza Umberto

Domenica 8 maggio
Ore 7,30/10,00/11,30/18,30 – S. Messe festive
Ore 9,00 – Pedalata ecologica cittadina e Bimbinbici 2011, Manifestazione a sostegno della mobilità sostenibile – Ritrovo nel Corso Vittorio Emanuele, a cura dell’associazione sportiva I due Leoni di Sant’Antioco.
ORE 9,00 – Rievocazione storica “Sveglia alla città” a cura del complesso musicale bandistico “Giuseppe Verdi – Città di Sant’Antioco” – Partenza dal Corso Vittorio Emanuele.
Ore 15,30 – Pariglie “Sa cursa po Santu Antiogu”, in onore del Santo Martire con cavalieri provenienti da diverse parti della Sardegna e sfilata di cavalieri in costume sardo – Lungomare Silvio Olla.
Ore 20,00 – Concerto bandistico a cura del complesso musicale bandistico “Giuseppe Verdi – Città di Sant’Antioco” – Piazza Italia
Ore 22,00 – Concerto Tributo ai Queen – Piazza Umberto

Lunedì 9 maggio
Ore 7,30/10,00/11,30/17,00 – Celebrazione S.Messa – Basilica S.Antioco Martire
Ore 18,30 – Processione solenne con gruppi provenienti da tutta la Sardegna e da alcuni paesi europei. Itinerario: Via B.Solci, Via Leopardi, Via Calasetta, Via R.Margherita, Via Cavour, Lungomare C. Colombo, Via XXIV Maggio, Via Roma, Corso V. Emanuele, P.zza Umberto, Via R. Margherita, rientro in Basilica.
Ore 21,00 – Esibizione di balli sardi a cura dei gruppi folk – Pazza de Gasperi
Ore 22,30 – Spettacolo pirotecnico – Lungomare Silvio Olla

Martedì 10 maggio
Ore 7,30/10,00/11,30/18,30 – S.Messe nelle Catacombe della Basilica

DOCUMENTI E EVENTI COLLATERALI:
- Convegno e presentazione del libro su S.Antioco
- 2° Concorso fotografico Sagra di S.Antioco Martire
- Calcio giovanile “2° trofeo Sant’Antioco Martire”
- Aspettando la 652/a Sagra di S.Antioco Martire
- Storia della Sagra di Sant’Antioco Martire
- Il programma della Sagra in pdf

Pescaturismo Valentina

Comments 1 Commento »

settimana santa iglesiasDurante la Settimana Santa, nella cittadina del Sulcis l’atmosfera, la cultura e l’influenza spagnola sono ancor più evidenti grazie a riti risalenti alla fine del Seicento. Gli appartenenti alle Arciconfraternite del Santo Monte, della Vergine e della Pietà indossano un abito bianco ornato di fiocchi neri. I confratelli, chiamati “Germani”, devono il loro nome ad un adattamento dello spagnolo “Hermanos” e sfilano in processione in rigoroso ordine di anzianità, con il cappuccio, sa visiera, che copre loro il viso.

L’insieme di manifestazioni ha inizio il Martedì con la processione dei Misteri: sette simulacri, simbolo della Passione del Cristo, vengono trasportati in processione per le vie cittadine. Una portantina addobbata di fiori e fronde di ulivo incede per le strade della città, simboleggiando l’orto del Getsèmani, luogo in cui Gesù si raccolse in preghiera poco prima di essere catturato. Seguono le statue raffiguranti Gesù Cristo imprigionato, flagellato, coronato di spine, in cammino verso il Calvario, crocefisso, e infine il simulacro della Madonna Addolorata.

Subito dopo il tramonto, il Giovedì, il simulacro della Madonna Addolorata viene trasportato in sette chiese dove viene allestito il Sepolcro. Il Venerdì sera si snoda poi la solenne processione che rievoca il funerale di Gesù Cristo: Cristo è raffigurato senza vita in un simulacro in legno del XVII secolo. Le donne ammesse alla partecipazione, appartenenti all’Associazione del Santissimo, indossano tuniche nere. Gli uomini, “Germani” della Confraternita del Santo Monte, sono abbigliati con una lunga tunica bianca e voluminosi cappucci. Nel corteo del funerale sono presenti anche is Baballotis, bambini e adulti vestiti con abiti bianchi. Due bambini vestiti con abiti di foggia orientale interpretano i personaggi evangelici di San Giovanni e la Maddalena, mentre Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo sono rappresentati da due varonis, che portano martello e tenaglie.

Il giorno di Pasqua si tiene la processione de S’Incontru: dalla Chiesa di San Francesco prende il via la processione con il Cristo Risorto mentre dalla Chiesa di San Giuseppe parte la processione con il simulacro della Madonna. Le due processioni si incontreranno nella centrale piazza Sella dove le due statue si inchineranno per tre volte l’una di fronte all’altra in segno di saluto tra la folla festante per la risurrezione di Cristo.

La Settimana Santa si conclude il martedì dopo la Pasqua con la piccola processione de S’Inserru durante la quale i simulacri con altri tre inchini si salutano e ognuno fa ritorno alla Chiesa di provenienza.

Programma delle celebrazioni

19 aprile 2011 ore 19
Martedì Santo: Processione dei Sette Misteri dalla Chiesa di San Michele

20 aprile 2011 ore 18.30
Mercoledì Santo: Santa messa nella Chiesa di San Michele

21 aprile 2011 ore 20
Giovedì Santo: Visita alle sette Chiese e Processione dell’Addolorata dalla Chiesa di San Michele

22 aprile 2011
Venerdì Santo
ore 9 Processione del Monte dalla Chiesa di San Michele
ore 20 Processione del Descenso dalla Chiesa di San Michele

24 aprile 2011 ore 9.30
Domenica di Pasqua: Processione de S’Incontru

26 aprile 2010 ore 18.30
Processione de S’Inserru dalla Chiesa Della Purissima

Il paese di Iglesias

Contatti
Comune di Iglesias piazza Municipio 1, Iglesias
tel. +39 0781 2741
info@comune.iglesias.ca.it
www.comune.iglesias.ca.it


Sardegna_corporate_300x250

Comments 305 Commenti »

http://2.bp.blogspot.com/_pP5TWIzFKNM/SBHtRB5il9I/AAAAAAAAA40/bVwvJSUPxOU/s320/P4250082.JPGL’Associazione C.I.A.O. Carloforte; Consorzio Arcobaleno (CCN) Carloforte, organizzano, presentano e invitano tutti all’Undicesima Sagra del Cuscus Tabarkino, nella splendida cornice di Carloforte, sull’Isola di San Pietro. Laboratori, degustazioni di specialita’, mostre mercato, eventi e musica da venerdi’ 29 aprile a domenica 1 maggio.

PROGRAMMA
Tutti i giorni dalle 10:00 alle ore 22:00
- Laboratori di preparazione del cus cus carlofortino, siciliano e marocchino.
- Degustazione delle specialità.
- Mostra mercato di prodotti tipici regionali, arti e mestieri.

SPETTACOLI
Venerdì 29 aprile 2011 – Ore 21:00
- Concerto acustico “Jokers on air”

Sabato 30 aprile 2011 – Ore 21:00
- Show “I migliori anni”

Domenica 1 maggio 2011
- Ore 19:30 – Concerto “I ruota libera”
- Ore 21:00 – Concerto live “Almamediterranea”

Il programma potrebbe subire variazioni.
Si ringraziano tutti i volontari per la collaborazione.

PER INFORMAZIONI

- Associazione C.I.A.O. Carloforte
- Consorzio Arcobaleno Centro Commerciale Naturale Carloforte

E-mail:
- associazioneciao@isoladisanpietro.org
- consorzioarcobaleno@isoladisanpietro.org

Risparmia acquistando online! Clicca Qui!

Comments 150 Commenti »

http://www.giancarlocarta.it/archivio_immagini/attualita_grande/cappellacci_276.jpgIl presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, si è classificato ultimo tra i governatori di tutte le regioni italiane. Il dato proviene dai risultati del sondaggio annuale Governance-Poll realizzato da Ipr Marketing per il quotidiano nazionale “Il Sole 24 Ore”.

Che il governatore della Sardegna non fosse molto amato lo si intuiva ormai da tempo, ma ora ci sono anche dei dati ufficiali che lo confermano.

Ma anche gli altri amministratori sardi non se la passano troppo bene. E i dati del sondaggio evidenziano come quasi tutti i politici che governano gli enti locali sardi non godono certo di grande apprezzamento.

Tra i presidenti di Provincia, infatti, quelli isolani sono quasi tutti in fondo alla classifica del principale quotidiano economico italiano. Del resto l’astensionismo-record delle ultime elezioni di primavera aveva già dato qualche avvisaglia sulla poca stima dei sardi verso chi li amministra. Unica notevole eccezione il sindaco di Sassari, Gianfranco Ganau, quinto in Italia e primo tra gli amministratori pubblici isolani.

In Italia è il leghista Luca Zaia, governatore del Veneto, in testa della classifica di apprezzamento, seguito da Enrico Rossi (governatore della Toscana) e Giuseppe Scopelitti (Calabria). Tra i sindaci più amati ci sono il fiorentino Matteo Renzi (al primo posto), Sergio Chiamparino (sindaco di Torino), Vincenzo De Luca (Salerno) e Flavio Tosi (Verona).

In fondo alla classifica dei presidenti di regione, come detto, c’è tristemente Ugo Cappellacci, che si ferma appena al 47% di consenso, insieme ai presidenti delle regioni Molise e Abruzzo. Sono quasi 5 i punti percentuali di consenso persi dalle elezioni dal presidente della regione. Ma andiamo a vedere gli altri risultati che riguardano la Sardegna.

Per quanto riguarda le Province un buon piazzamento l’ha ottenuto Massimiliano De Seneen, presidente della provincia di Oristano, che si piazza al 15° posto in Italia su un totale di 108 province, col 59% di consensi. Dietro di lui Fulvio Tocco (presidente della provincia del Medio Campidano) al 44° posto col 55%, seguito da Fedele Sanciu al 69° posto (53%, Olbia Tempio) e Graziano Milia all’82° posto (52%, Cagliari), che precede di un punto percentuale Alessandra Giudici (Sassari), Bruno Pilia (Ogliastra) e Roberto Deriu (Nuoro), tutti all’87° posto col 51%. Chiude col 50% di consensi il presidente della nostra provincia di Carbonia Iglesias, Salvatore Cherchi, che si piazza in fondo alla classifica al 96° posto.

Per qual che riguarda la classifica dei sindaci delle città capoluogo di provincia, in Sardegna come detto bene il sindaco di Sassari, Gianfranco Ganau, quinto in Italia col 64% di consensi. Dietro il sindaco sassarese, si è piazzato col 56,5% il sindaco di Nuoro, Alessandro Bianchi; seguito da Gianni Giovannelli (sindaco di Olbia) col 55%  e da Angela Nonnis (sindaco di Oristano) col 48%. Al 47,5% di consensi il sindaco di Cagliari Emilio Floris, sul fondo della classifica al 97° posto.

Per quanto riguarda Carbonia, non sono stati ottenuti risultati sul sindaco in quanto il comune sulcitano è al momento retto dal vicesindaco, dopo l’elezione alla presidenza della provincia di Salvatore Cherchi.

In generale, ma c’era da aspettarselo, uno studio che conferma il poco apprezzamento dei sardi, con qualche eccezione, nei confronti di chi li amministra. Si spera che una lettura dei dati pubblicati dal Sole 24 ore possa portare ad un esame di coscienza generale per coloro che governano la Sardegna e le province, affinché cambino marcia e inizino a lavorare sul serio. L’Isola ha bisogno di persone che si impegnino per portare fuori la Regione da questa profonda crisi sociale ed economica che dura da troppo tempo.

Risparmia acquistando online! Clicca qui!

Comments 293 Commenti »

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/hs843.snc4/71077_105317362875303_6646008_n.jpgDue giornate dedicate alla riflessione sul tema della morte attraverso poesia, arte, cinema, letture: è il programma di IL CORPO SOTTRATTO, evento ideato dall’associazione culturale VOX2000 oggi alla sua sesta edizione.

Il primo appuntamento è VENERDì 26 novembre, dalle 17.30 nella Sala Lepori per un convegno dal titolo “I LINGUAGGI DELL’ARTE NEI RITUALI FUNEBRI E NELLE VISIONI SIMBOLICHE: DISCORSI, CANTI E IMMAGINI INTORNO AL TEMA DELLA MORTE”. Interverranno l’etnomusicologo Ignazio Macchiarella, l’artista Josephine Sassu, l’attrice e cantante Clara Murtas a raccontare parole, musica, arti visive nelle tradizioni funerarie della Sardegna. Verrà proiettato inoltre “Deu ci sia”, cortometraggio realizzato da Ophir Production che ha ricevuto il riconoscimento dal Ministero dei Beni Culturali ed è stato proclamato vincitore nell’ultima edizione del Capalbio Film Festival. Il corto, proiettato di recente in diversi festival internazionali di cinema, racconta di una Sardegna di fine Ottocento dove emerge oscura e silenziosa la femina aggabadora, figura leggendaria della tradizione che abbreviava le sofferenze ai moribondi. Alla proiezione sarà presente il regista, Gianluigi Tarditi.

Il secondo appuntamento, DOMENICA 28 novembre, vedrà come suggestivo palcoscenico il Cimitero Monumentale di Iglesias, per un evento che coinvolgerà artisti, cantanti, musicisti, giovani studenti: “ALL’OMBRA DI UN CIPRESSO” è il titolo della performance che mira a riscoprire gli spazi della morte, che nella tradizione cristiana sono simbolo di sofferenza e lacrime, e riviverli invece come luoghi vitali di silenzio e serenità. L’evento, per la regia di Maurizio Saiu, guiderà il pubblico alla visita del Cimitero Monumentale, ricco di storie e memoria cittadina, attraverso il canto, la musica e la danza.

L’evento è realizzato con il contributo di Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Iglesias

Regia a cura di MAURIZIO SAIU
Interventi di: Clara Murtas, Gianluca Belfiori Doro, Silvia Corda, Fatima Dakik, Sabrina Carta, Alessandra Giura Longo, Josephine Sassu, Enrica Spada e i giovani danzatori della compagnia menosedicidanza, Enrico Zara, Luisa Deledda, Carlo Antonio Borghi, gli artisti della GiuseppeFrau Gallery, gli studenti del liceo artistico di Iglesias.

Info: voxduemila@libero.it ; 320 3665891

Comments 312 Commenti »

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc3/hs463.snc3/25452_104151436294387_100000985944797_34412_4926904_n.jpgLa Sardegna non è solo estate. La Sardegna è un’isola bella tutto l’anno, ricca di luoghi, itinerari e profumi che nelle altre stagioni restano meravigliosi e unici. E anche il Sulcis Iglesiente è un universo da scoprire tutto l’anno, fatto di tanti posti da scoprire, tante cose da vedere,  tanti eventi e un’atmosfera che anche nel periodo delle feste di fine anno regala emozioni e momenti indimenticabili.

Perchè allora non passare le feste natalizie e il Capodanno nel Sulcis Iglesiente?

Un modo differente per visitare il sud ovest della Sardegna in un periodo in cui il territorio si riveste di nuova vita e nuovi colori. Conoscere sapori e tradizioni di una delle terre più antiche d’Italia, vivere gli eventi di Capodanno e ammirare tutte le meraviglie di un mare unico al mondo.

Siete amanti del mare? Potrete passare una giornata diversa, accompagnata dai prodotti e dalla cucina tipica sarda, a base di pesce appena pescato e gustato direttamente a bordo di una bella motobarca, in compagnia degli amici della Pescaturismo Valentina…un vero acquaturismo con contorno di pesce fresco. Partendo dal porticciolo turistico “Solkimar” di Sant’Antioco, potrete fare il giro delle isole del meraviglioso arcipelago del Sulcis, una splendida escursione lungo le coste e le spiagge più suggestive della zona. A bordo dell’imbarcazione, dotata di comfort, troverete amicizia, atmosfera natalizia, divertimento e tanta allegria. Durante la preparazione del gustoso ed abbondante pranzo, potrete volendo anche farvi il bagno o pescare a “bolentino”, fornito sull’imbarcazione e assistere alla pesca. Una giornata davvero unica, che nel periodo di fine anno ha un fascino diverso e molto particolare e suggestivo.

Gli amici della Pescaturismo Valentina appartengono ad una rete di turismo eco-solidale che promuove l’ospitalità in famiglia, la valorizzazione dei prodotti biologici e dei manufatti artigianali dell’archeologia industriale.

E allora che aspettate? Terminate bene il 2010 e iniziate nel modo migliore il nuovo anno vivendo tante esperienze uniche in Sardegna. Prenotate subito le vostre vacanze di fine anno nel Sulcis Iglesiente e la vostra giornata con gli amici della Pescaturismo Valentina.

Pescaturismo Valentina

Comments 61 Commenti »

Passaggi d'Autore 2010, cinema, mediterraneo, cultura

Mancano poche settimane all’inizio di Passaggi d’Autore: intrecci mediterranei.

La rassegna di cortometraggi dei Paesi del Mediterraneo, curata dal Circolo del Cinema “Immagini”, si tiene a Sant’Antioco (CI), cittadina del sud Sardegna che ospita la manifestazione fin dalla sua prima edizione del 2005. L’edizione 2010 festeggia il sesto anno con un programma ricchissimo, che idealmente congiunge la Sardegna a tutto il Mediterraneo, “dall’isola al Mare nostrum”.


Tema dell’edizione 2010

Il titolo della manifestazione, Passaggi d’Autore: intrecci mediterranei, assume quest’anno un significato particolare alla luce della proclamazione da parte dell’ONU del 2010 come Anno Internazionale della Biodiversità, intesa sia dal punto di vista biologico, sia culturale. La rassegna è quindi l’occasione per creare “intrecci mediterranei”, ossia incontri tra culture diverse che convergono nel piccolo centro della Sardegna per presentare le eccellenze dell’arte cinematografica del Mediterraneo, da secoli bacino d’incontro importante per la crescita economica e culturale.

La rassegna e gli “intrecci mediterranei”

I corti scelti per Passaggi d’Autore 2010, sono opere di registi eterogenei i cui film sono stati visti, apprezzati e premiati da diversi festival internazionali.

La rassegna continua nelle tre giornate del 6-7-8 dicembre con il filo conduttore degli “Intrecci mediterranei”, un melting pot di culture nel bacino del Mediterraneo: storia, colori, persone. Registi e film provenienti da ben dieci Paesi diversi: dal Marocco, alla Croazia, dalla Palestina alla Tunisia, passando per l’Italia e la Sardegna, che torna ad essere sempre più un’isola crocevia di culture diverse.

Le opere in rassegna sono cortometraggi di altissima qualità, premiati nei più importanti festival internazionali: da Cannes a Venezia, da Berlino a Roma. Il cinema rappresenta forse il mezzo più potente di trasmissione di cultura, il media che veicola messaggi che possono favorire il superamento di tanti, troppi pre-concetti che limitano la possibilità di incontro fra popoli. Il Mediterraneo è da sempre la culla delle culture e delle religioni, il cinema cerca nel suo piccolo di favorire il superamento di queste barriere.

Dalla Sardegna al Mare nostrum

La rassegna dedica un largo spazio agli autori italiani e in particolare a quelli sardi, a cui è dedicata l’apertura di ogni giornata della rassegna. Si comincia il 4 dicembre con una retrospettiva di cinque opere di Salvatore Mereu, regista affermato a livello internazionale per i suoi lungometraggi “Ballo a tre passi” e “Sonetàula”. Mereu è fortemente legato alla sua terra – evidente già nei primi cortometraggi – e rappresenta con uno stile innovativo temi universali prendendo spunto da fatti e racconti legati alla realtà antropologica e culturale dell’isola. In Mereu la fase di ideazione e quella che precede le riprese di un film, sono un’immersione nei contesti da raccontare, per coglierne dall’interno il carattere e lo spirito. La retrospettiva, a cui parteciperà il regista, sarà presentata da Antioco Floris, docente di “Linguaggi del cinema, della televisione, della pubblicità e dei new media” e “Storia e critica del cinema”.

Fra i tanti registi italiani sarà presente anche Paolo Sassanelli, famoso attore della serie Tv “Un medico in famiglia”, che presenta in questa occasione la sua prima esperienza di regia cinematografica dal titolo “Uerra”. Sarà presente alla rassegna anche il regista Andrea Costantino con il suo film “Sposerò Nichi Vendola“, film presentato alla sessantasettesima Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Sarà poi proiettato il bellissimo “Passing time”, lavoro di Laura Bispuri, premiato con il David di Donatello 2010.

Paese ospite 2010

Un’intera giornata sarà dedicata al cinema libanese, Paese ospite dell’edizione 2010. Il Libano, poco conosciuto nell’età contemporanea ma molto importante in passato. Paese fondatore della cultura fenicia che ancora trova testimonianze in Sardegna, in particolare a Sant’Antioco.

Il cinema libanese inizia la sua storia negli anni Trenta con i film di George Nasser che affrontava spesso i temi dell’immigrazione. Altro periodo importante quello degli anni sessanta, con l’influenza del cinema egiziano che in molti film descriveva la resistenza palestinese, nascono poi collaborazioni e co-produzioni importanti con Siria ed Egitto. Negli anni settanta il cinema libanese si ispira allo stile occidentale, vivendo un periodo di tranquillità politica almeno fino alla guerra civile, clima che si trova anche nelle produzioni cinematografiche. Negli ultimi 20 anni la produzione di film è notevolmente migliorata, nel numero e nella qualità, anche grazie ai registi che creano un cinema sperimentale apprezzato e premiato in vari festival del mondo.

Questa giornata è dedicata alla scoperta del cinema e della cultura di un Paese importante nel Mediterraneo, ma è anche l’occasione per ricordare il Paese d’origine del popolo fenicio dal quale l’isola di Sant’Antioco ha ereditato tradizioni che sono diventate parte del suo patrimonio culturale.

Sezione CortoAmbiente

La sezione CortoAmbiente si svolgerà in due serate, con la proiezione di cortometraggi sul patrimonio naturalistico dei Paesi coinvolti. La sezione è curata in collaborazione con il Festival Cineambiente di Torino, nato nel 1998 per presentare i migliori film ambientali dell’anno e contribuire allo sviluppo di questi temi nelle pellicole. Nell’edizione 2010 saranno proiettati 10 film che raccontano l’inquinamento delle coste e della terra, la distruzione dell’ambiente da parte della industrie, l’urbanizzazione senza limiti, la difesa di un’agricoltura naturale, l’estinzione di intere specie animali e vegetali in una delle zone più ricche al mondo di biodiversità come il Mediterraneo.

Seminari e corsi

Questa sezione, arrivata al suo secondo anno, è molto attenta alla divulgazione di opere di carattere educativo. Una delle priorità del Circolo immagini è quella di organizzare seminari e lezioni di cinema per i ragazzi. Quest’anno il seminario avrà anche uno sbocco pratico nella realizzazione di un documentario sulla biodiversità e nello specifico la Pinna nobilis, mollusco che produce il Bisso, chiamato “seta del mare”. Documentario che parlerà della storia e preparazione della seta del mare, con cui Chiara Vigo (unica discendente di questa antichissima arte) crea vere e proprie opere d’arte. Il seminario è aperto a ragazzi dai 18 ai 28 anni, tutto rigorosamente gratuito.

La rassegna si terrà presso la Sala Consiliare del Comune di Sant’Antioco e ogni sera, alla fine delle proiezioni, ci sarà l’occasione per il pubblico di incontrare i registi e gli attori presenti alle proiezioni.

Collaborano alla realizzazione della sesta edizione: Association Culturelle Afrique-Méditerranée di Sousse (Tunisia), ECAM (Escuela de Cinematografia y del Audiovisual de la comunidad de Madrid), La Fèmis (Ecole nationale supèrieure des métiers de l’image e du son de Paris), Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, Festival Cinemambiente di Torino, ALBA – Academie Libanaise Des Beaux-Arts di Beirut, IESAV – Université Saint Joseph di Beirut.

PROGRAMMA EDIZIONE 2010

4 dicembre – Retrospettiva dedicata a Salvatore Mereu

  • Notte rumena, 1996
  • Prima della fucilazione, 1997
  • Miguel, 1999
  • Il mare, 2003
  • L’esame, 2009

5 dicembre – Giornata dedicata interamente al cinema libanese, Paese ospite 2010
Sarà presente la regista libanese Reine Mitry

  • Tariq Ila Shimal (The north road), regia di Carlos Chahine, 2008 (Libano)
  • Le deuil de la cigogne, regia di Eileen Hofer-Boutros, 2009 (Libano-Svizzera)
  • Zahra El-Mensiyeh (Fleur oubliée), regia di Riham Assi, 2008 (Libano)
  • Al-Mathana (The Mill), regia di Rami Kodeih, 2010 (Libano)
  • Promenade, regia di Sabine El-Chamaa, 2010 (Libano-Germania)
  • Clichés, regia di Nadine Naous, 2009 (Libano)
  • Love on old, regia di Ziad Chahoud, 2008 (Libano)

6 Dicembre ore 10:30, CortoAmbiente (proiezione per le scuole superiori)

  • Le acque di Chenini, regia di Elisa Mereghetti, 2009 (Italia)
  • Au centre de la terre, des puits et des hommes, regia di Ingrid Patetta, 2008, (Francia/Niger)
  • C’est pas grave, regia di Yacine Sersar, 2008, (Francia)
  • Il sogno di zio Ciano, regia di Christian Bonatesta, 2008, (Italia)

Evento realizzato in collaborazione con il Festival Cinemambiente di Torino

6 dicembre ore 18Intrecci di cinema mediterraneo (dalla Sardegna al mare magnum)

  • Sa promissa, regia di I. Godani e G. Oppes, 2008 (Sardegna) saranno presenti i registi
  • El vendedor de l’año, regia di Coté Soler, 2010 (Spagna)
  • O’Moro, regia di C. Calissoni, E. Offredo, 2009 (Italia)
  • Sur mon coma bizarre … regia di Vincent Cardona, 2009 (Francia), sarà presente il regista e l’attrice
  • Burtugal (Oranges), regia di Maha Assal, 2009 (Palestina)
  • Fatma, regia di Samia Charkioui, 2009 (Marocco) Primo Premio al “Festival du Court Métrage Mediterranéen 2010” di Tangeri
  • Madagascar, carnet de voyage, regia di Bastien Dubois, 2009 (Francia)
  • La seconda famiglia, regia di Alberto Dall’Ara, 2009 (Italia)
  • Passing Time, regia di Laura Bispuri, 2009 (Italia) David 2010
  • Toute ma vie, regia di Pierre Ferriere, 2009 (Francia)

Martedì 7 dicembre ore 17- CortoAmbiente

  • Dieci chili di mare, regia di Francesco Uboldi, 2009 (Italia)
  • Picu Picu PicuraroMeglio porcu e no vuiaro, regia di  Micol Cossali, 2008 (Italia)
  • Nanni e le api, regia di Alessandro Scippa, 2009 (Italia)
  • La casa verde, regia di Gianluca Brezza, 2009 (Italia)

Evento realizzato in collaborazione con il Festival Cinemambiente di Torino

7 dicembre ore 18Intrecci di cinema mediterraneo (dalla Sardegna al mare magnum)

  • Deu ci sia, regia di Gianluigi Tarditi, 2010 (Italia) sarà presente il regista
  • Racines, regia di Eileen Hofer-Boutros, 2008 (Libano-Turchia)
  • Uerra, regia di Paolo Sassanelli, 2009 (Italia) sarà presente il regista
  • Roos Djaj (Chicken Heads), regia di Bassam Ali Jarbawi, 2009 (Palestina)
  • Sinner, regia di Meni Philip, 2009 (Israele) Nomination all’European Film Awards 2009 nella sezione Corto Cortissimo del Festival di Venezia. Sarà presente il regista
  • L’Ambouba, regia di Nadia Rais, 2009 (Tunisia)
  • Sposerò Nichi Vendola, Andrea Costantino, 2009 (Italia)
  • El Djinn, regia di Yasmine Chouikh, 2010 (Algeria)
  • El nunca lo haria, regia di Anartz Zuazua, 2009 (Spagna), sarà presente il regista

8 dicembre Intrecci di cinema mediterraneo (dalla Sardegna al mare magnum)

  • Io sono qui, regia di Mario Piredda, 2010 (Italia) sarà presente il regista
  • La historia de siempre, regia di Jose Luis Montesinos, 2010 (Spagna)
  • Habibi, regia di Davide Del Degan, 2010 (Italia-Libano)
  • C’est gratuit pour les filles, regia di Claire Burger e Marie Amachoukeli, 2009 (Francia) César 2010. Saranno presenti le registe
  • Des enfants dans les arbres, regia di Bania Medjbar, 2009 (Francia-Algeria) sarà presente la regista
  • Chienne d’histoire, regia di Serge Avédikian, 2010 (Francia) Palma d’oro a Cannes 2010
  • Bende Sira, regia di Ismet Ergun, 2007 (Turchia-Germania) sarà presente la regista
  • Tulum (Party), regia di Dalibor Matanic, 2009 (Croazia)
  • Nuvole mani, regia di Simone Massi, 2009 (Francia-Italia)

Biglietti: l’ingresso a tutte le serate è gratuito, si consiglia di arrivare in orario o in anticipo per poter trovare posto.
Orario: h. 18
Luogo: Sala consiliare del Comune, Corso Vittorio Emanuele, 115, Sant’Antioco (CI)

Info: tel – 328 9576482 / 340 6066782  mail – circoloimmagini@libero.it web – www.passaggidautore.it

Comments 193 Commenti »