Articolo taggato “provincia sulcis iglesiente”

La situazione nel Sulcis è calda dopo l’annuncio della chiusura dello stabilimento Alcoa di Portovesme.

Una situazione esplosiva che rischia seriamente di degenerare se il Governo non troverà una soluzione a questa nuova vertenza che appesantisce ancor di più una condizione già grave per un territorio che ormai da tempo vive una crisi profonda e senza ritorno. Soluzione auspicata anche attraverso una gestione temporanea degli impianti con una delle societa’ pubbliche. O perlomeno questo è… LEGGI TUTTO L’ARTICOLO 

 

 

 

Comments 762 Commenti »

http://www.sardegnaoggi.it/fotografie/2902_300_200_oy_Guccini_a_Carbonia_unica_data_in_Sardegna_del_cantautore_emiliano.jpgFrancesco Guccini, l’inossidabile cantastorie e caposaldo della musica d’autore italiana, arriva a Carbonia, sabato 18 giugno, nella Grande Miniera di Serbariu alle ore 21,30. Un concerto straordinario che vede l’atteso ritorno del “Maestrone” in Sardegna, dopo quattro anni di assenza. Unica tappa nell’isola e data esclusiva, dopo i concerti di Ancona, Parma e Lecce, per la tournèe 2011 che comprende nel carnet degli appuntamenti nazionali del cantautore emiliano solo quattro date per tutto l’anno.

CARBONIA – Un concerto imperdibile voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale di Carbonia per inaugurare al meglio il “Festivalmar” e la stagione degli spettacoli estivi nel piazzale della grande miniera di Serbariu, spazio completamente restaurato che oggi ospita il Centro della Cultura del Carbone e il Museo Minerario, luogo simbolo della città di Fondazione, teatro delle prime lotte operaie all’inizio degli anni ’40. L’organizzazione vede impegnati Sardinia Jazz, in associazione di imprese con Capricorn Concerti e Murciano Iniziative. Per questo evento eccezionale gli organizzatori già si preparano alla grande mobilitazione dei fans con l’allestimento di pullman speciali in preparazione da tutta l’isola, per permettere a tutto il grande pubblico che segue Guccini da ben quattro decadi sino ad oggi (non solo adulti ma anche giovanissimi), di poter assistere al concerto in totale sicurezza e comodità.

Il gruppo. Questa unica data in Sardegna vedrà sul palco il grande poeta romagnolo accompagnato dalla sua fidatissima e formidabile storica band composta da: Ellade Bandini (batteria e percussioni), Juan Carlos “Flaco” Biondini (chitarre), Roberto Manuzzi (sax, armonica, fisarmonica e tastiere), Antonio Marangolo (sax e percussioni), Pierluigi Mingotti (basso) e Vince Tempera (pianoforte e tastiere). I biglietti sono già disponibili in prevendita al costo di 25,00€ posto unico in piedi (comprensivo di prevendita – prezzo uguale sia in prevendita che al botteghino) presso i siti www.greenticket.it, www.ticketone.it, Banco di Sardegna, Unicredit.

Il bilancio di una carriera. Sarà una nuova “Storia di altre storie”, un nuovo bilancio della sua carriera raccontato dal vivo con le canzoni che il songwriter e scrittore di successo di Pàvana ha di recente ripubblicato e che porterà sul palco della Miniera di Serbariu, uno dei i posti più affascinanti e ricchi di storia del Sulcis Iglesiente. Una festa annunciata di musica, parole e immancabili aneddoti, in cui il poeta narratore contemporaneo e scrittore di successo sarà impegnato, proprio a pochi giorni dal suo 71° compleanno, a viaggiare avanti e indietro nel suo immenso e sempre rinnovato “libro di canzoni” con le ballads più belle della musica italiana degli ultimi quarant’anni, tra impegno sociale e politico, amore, disillusioni e profonde riflessioni sul senso del vivere.

(fonte SARDEGNA OGGI NEWS)

01

Comments 18 Commenti »

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/9a/Piazza_Roma_Carbonia.jpgCARBONIA. Una città nella quale si vive «abbastanza bene» e i cui cittadini manifestano in maniera decisamente consistente un alto gradimento dell’operato dell’amministrazione comunale che ha governato la città negli ultimi anni.  Una città nella quale non sembra ancora spezzato il legame tra politica e cittadini, visto che l’intenzione di recarsi alle urne è una previsione propria di almeno l’85 per cento degli elettori. Decisamente più alta dei dati reali riscontrati agli ultimi appuntamenti elettorali, nei quali la percentuale di astensione è sempre stata attestata intorno al 30 per cento. Sono i dati che emergono da una indagine svolta, per conto del Pd dalla società Ipr che nel mese di novembre dello scorso anno ha effettuato un sondaggio coinvolgendo un campione di mille persone.  Lo stesso sondaggio è stato poi ripetuto un mese dopo, confermando gli stessi risultati, che sono risultati anzi accentuati in favore dell’amministrazione in carica. Un motivo dal quale, con tutta probabilità, deriva anche la prefigurazione di quello che sarà il vincitore della competizione elettorale di primavera. Per il sessanta per cento dei cittaidni sarà il candidato del centro sinistra. Solo il 13 per cento ipotizza un cambio nella coalizione che amministrerà la città, mentre il 30 per cento «non sa».  E la previsione non è legata alla appartenenza politica degli intervistati. Tra i pronosticatori della vittoria del centro sinistra c’è il 71 per cento di chi ha dichiarato di aver votato Cherchi, ma anche il 62 per cento di chi ha votato Zonchello, e il 64 per cento di chi ha votato altri candidati. E, comunque, l’ottimismo tocca l’86 per cento degli elettori del Pd e il 75 per cento degli elettori degli altri partiti di centro sinistra.  «Al di là delle previsioni di comportamento elettorale – ha spiegato Tore Cherchi – è di rilievo il giudizio marcatamente positivo sulla vivibilità della città. Da questo giudizio dipendono le decisioni conseguenti. L’elettorato ha compreso che il centro sinistra rappresenta una garanzia per la prosecuzione lungo la strada della costruzione di una città sempre più a misura d’uomo».  Positivo anche il parere del segretario di federazione del Pd Emanuele Cani.  «La coalizione di centro sinistra è vista dai nostri concittadini, alla luce dell’esperienza, come garanzia di buona amministrazione della città, in grado di dare risposte ai bisogni della gente. E, qualunque sia il candidato che emergerà domenica alle primarie, è ancora nella continuità che i cittadini sperano che possa continuare il cammino».  (fonte www.lanuovasardegna.it)

Risparmia acquistando online! Clicca Qui!

Comments Commenti disabilitati

Bonifiche: Prestigiacomo,ok a 200 progetti

Il ministro dell’Ambiente traccia il bilancio 2009-2010

In Italia sono 57 i siti di interesse nazionale, aree altamente inquinate sottoposte a bonifica da parte del ministero dell’Ambiente. In tutto circa 700 mila ettari pari al 3% del territorio nazionale che coinvolgono 3.000 soggetti privati. Tra il 2009 e il 2010 sono state 140 le conferenze di servizio e approvati 200 progetti definitivi di bonifica di cui 60 nell’ultimo anno. Questo il bilancio del ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, nel corso dell’audizione odierna in Commissione Ambiente della Camera in cui ha fatto un excursus su diversi temi ambientali, dalle bonifiche, appunto, ai rifiuti, all’acqua alla biodiversita’. In particolare per le bonifiche, Prestigiacomo ha sottolineato che l’Italia ”non e’ all’anno zero senza sottovalutare quello che ancora resta da fare”. All’attivo la caratterizzazione dell’80% delle aree a terra dei Sin, interventi di messa in sicurezza d’emergenza per circa il 60% delle aree a terra dei Sin e l’approvazione di progetti di bonifica dei suoli e delle acque di falda per il 40%.

Bonifiche avanzate riguardano, oltre Porto Marghera (Veneto), ha sottolineato Prestigiacomo, Cengio per l’ex-Acna (Liguria), Manfredonia (Puglia), Pioltello-Rodano (Lombardia). Undici, inoltre, gli accordi di programma per 71 milioni di euro. Nello stanziamento complessivo rientra anche il bacino del Sulcis di cui si e’ parlato di recente per il fanghi rossi. ”Bacino oggetto della massima attenzione da parte del ministero”, ha detto Prestigiacomo. Altri 86 milioni sono stati stanziati per le bonifiche di Pioltello Rodano (25 milioni di euro), Manfredonia (10 milioni), Taranto (4 milioni), Litorale Domizio Flegreo ed Agro Aversano (Giuliano e laghetti di Castel Volturno – 47 milioni di Euro). E’ in corso di predisposizione infine un Accordo di Programma per il risanamento ambientale delle aree del Sin di Crotone per il quale il ministero dell’ambiente ha previsto lo stanziamento di circa 10 milioni di euro. Nel capitolo transazioni sono state 15 per 110 milioni di euro.

(fonte ANSA)


SCOMMESSE_300x250_25euro_calcio.gif

Comments 286 Commenti »